[ANTEPRIMA] Oculus Rift

[expand title=”Open” swaptitle=”Close”][schema type=”review” url=”CoPlaNet.it” name=”Oculus Rift” rev_body=”Ecco il modo di giocare del futuro. O forse no?” author=”Andrea “lordfener91″ Dugoni” pubdate=”2013-10-30″ ][/expand]

oculus_rift_proto_640_large_medium

Ecco il modo di giocare del futuro. O forse no?

E’ il 1° agosto 2012. La società californiana Oculus VR pubblica sulla piattaforma KickStarter il suo primo progetto: Oculus Rift, un visore HMD (head-mounted display) di realtà aumentata capace di catapultare il videogiocatore all’interno del medium stesso e consentendo quindi di vivere una nuova esperienza interattiva. L’idea sembra essere vincente tanto che, in appena un mese, il progetto supera abbondantemente la somma prefissata di $250.000 e raggiunge la soglia dei $2.4 milioni, oltre agli elogi di alcune persone di maggior spicco nell’ambito videoludico come John Carmack (id Software), Gabe Newell (Valve) e Cliff Bleszinski (Epic Games).

Fin dalla sua presentazione ho seguito il progetto con molto interesse, curioso di scoprire questo nuovo modo di giocare e, finalmente, alla Games Week di Milano ho avuto modo di provarlo presso lo stand di IGN Italia con il gioco “Half-Life 2”. Devo essere sincero: nonostante io nel corso dei mesi abbia letto sulla Rete molti pareri da parte di chi è riuscito a testarlo in anteprima durante le più importanti fiere videoludiche mondiali (sapendo quindi a cosa sarei andato incontro), non mi sarei aspettato un coinvolgimento virtuale così forte. Io non ho impersonato Gordon Freeman; io ero Gordon Freeman. Sebbene io mi muovessi con il pad, per ruotare la visuale non ho potuto utilizzare lo stick analogico destro, bensì inclinare la testa per voltarmi e proseguire nel livello seguendo la strada corretta.

oculus half life

Con Oculus Rift l’immersione nel gioco sarà fortissima. Vi sembrerà di impersonare direttamente l’eroe del vostro videogame preferito!

Dopo una prova di soli tre minuti (il tempo massimo consentito) ho dovuto interrompere il gioco e sfilare Oculus Rift dalla testa; immediatamente, tornando alla realtà, ho avuto un leggero senso di disorientamento. Parlando con i ragazzi di IGN Italia ho scoperto che lo smarrimento è uno dei sintomi che provoca questa periferica dato che “bypassa il cervello” di chi la utilizza. Mi hanno raccontato anche che un ragazzino nel provarlo è letteralmente caduto dalla sedia; l’immersione nel gioco è infatti talmente alta che si fa fatica a distinguere tra finzione e realtà, tanto da non farci rendere conto dei movimenti che stiamo compiendo. Proprio per questo motivo, mi è stato spiegato che (al momento) non è consigliabile giocarci per più di trenta minuti consecutivi.

Oculus Rift dovrebbe essere commercializzato nel corso del 2014 ad un prezzo di 299$. Si tratta sicuramente di un prodotto interessante ma, anche se ho provato un prototipo, non credo che la gente sia pronta ad un cambiamento così sostanziale dell’esperienza di gioco; penso invece che (secondo me) questo sarà solamente un esperimento da parte di Oculus VR per sondare il terreno e chissà, magari in futuro diventerà una periferica di serie per la futura PlayStation 5 e nuova XBOX.

COMMENTI
  1. 2.

    Non metto in dubbio che ste cose m’intrigano parecchio e molto probabilmente sarò un potenziale acquirente. Però mi spaventa il dopo… Fino a quanto non danneggiano la salute ste cose?? Già io patisco il 3D. :bah:
    3.

    Pintur
    Non metto in dubbio che ste cose m’intrigano parecchio e molto probabilmente sarò un potenziale acquirente. Però mi spaventa il dopo… Fino a quanto non danneggiano la salute ste cose?? Già io patisco il 3D. :bah:

    Se ti da fastidio il 3D (al cinema, in TV o anche su 3DS sei soltanto uno spettatore passivo) allora secondo me Oculus ti darà parecchio fastidio perchè devi compiere delle azioni direttamente. Tu una volta che lo indossi sei praticamente nel gioco e devi fare proprio gli stessi movimenti che fa il tuo avatar (addirittura ho letto che c’è una specie di pedana con cui puoi correre e camminare che ti tiene legato per non cadere).

    Un altro difetto che ho trovato (ma che è molto personale) è la difficoltà di utilizzo con gli occhiali da vista. L’Oculus deve essere fisso sulla testa e indossare gli occhiali sotto l’ho trovato abbastanza scomodo.

    Penso che provarlo con un horror non sia la cosa giusta :asd:

Clicca qui per aggiungere un commento







Scritto da: Andrea "lordfener91" Dugoni

Laureato in Economia Europea, scrive News per passione e videogioca nei pochi momenti liberi. E’ un grandissimo amante della saga di Star Wars (soprattutto di tutto ciò che riguarda l’Universo Espanso) e si chiede se un giorno riuscirà mai a finire di leggere tutti gli innumerevoli romanzi usciti dagli anni ’70 ad oggi. E’ contrario allo SPPOILEEERR di qualsiasi genere… ma solamente se sono gli altri ad anticipargli le notizie. Stalkeratelo sul Twitter: @lordfener91

Nessun commento al momento.

Rispondi

Chi Siamo

CoPlaNet.it è nato con lo scopo di racchiudere una passione che ci unisce e di discuterne insieme, ossia quella dei videogiochi. Naturalmente per permettere che ciò avvenga in maniera “tranquilla” è stato necessario stilare un REGOLAMENTO da seguire. Ricordiamo che il forum di CoPlaNet.it è di libera visualizzazione nella maggiorparte delle sue aree ma necessita di una registrazione gratuita per poter essere attivo e partecipare alle discussioni.

Tweet