La beta di Destiny come banco di prova per il gioco finale

La beta di Destiny, che verrà rilasciata nel Q1 del 2014, punta ad essere giocata da un milione di utenti. Questo quanto dichiarato dal senior writer di Bungie, Eric Osborne, che spera nel più alto afflusso di gente possibile così da poter essere ben preparati per il lancio del gioco. Quindi più ce n’è meglio è.

Dal nostro punto di vista come sviluppatori è difficile accusare GTA Online per aver sofferto l’impatto dei 10 milioni di giocatori che hanno provato ad accedere contemporaneamente ai server. Abbiamo bisogno di persone che giochino la storia, il multiplayer e il co-op in modo da farci capire se il sistema che abbiamo creato regga. Vogliamo tantissime persone che accedano ai server contemporaneamente e valutare così come funziona il multiplayer competitivo con così tanti diversi livelli. Il team sa dei problemi che si possono generare quando si rilascia un gioco online e per questo cerca di valutare tutte le strade possibili al fine di evitare dei disastri nel giorno del lancio.

Ricordiamo che Destiny è un gioco in lavorazione per Xbox 360, Ps3, Xbox One e PS4 e verrà rilasciato, salvo ritardi, nel Q2 2014.

COMMENTI
Clicca qui per aggiungere un commento







Scritto da: Dario "The Stig" Santoro

Giocatore fin dall’età di 6 anni, amo Final Fantasy e reputo il VII il migliore della serie. Sono un patito della tecnologia a 360 gradi ma ho una debolezza per i prodotti Apple. Amo i videogiochi e non le console. Sono un profondo sostenitore delle giornate da 36 ore e fermamente convinto che “non smettiamo di giocare perché diventiamo vecchi ma diventiamo vecchi perché smettiamo di giocare”.

Nessun commento al momento.

Rispondi

Chi Siamo

CoPlaNet.it è nato con lo scopo di racchiudere una passione che ci unisce e di discuterne insieme, ossia quella dei videogiochi. Naturalmente per permettere che ciò avvenga in maniera “tranquilla” è stato necessario stilare un REGOLAMENTO da seguire. Ricordiamo che il forum di CoPlaNet.it è di libera visualizzazione nella maggiorparte delle sue aree ma necessita di una registrazione gratuita per poter essere attivo e partecipare alle discussioni.

Tweet