Gli hacker prendono di mira League of Legends, EA.com e Battle.net

Tramite un post rilasciato su Reddit è emerso che un gruppo di hacker sotto il nome DERP ha lanciato un attacco DDoS a League of Legends, EA.com e Battle.net. Il periodo medio di inattività causato è di circa 10-15 minuti ma sembrerebbe che l’intento principale non era quello di bloccare le piattaforme ma di impossessarsi della rete per lo streaming su Twitch. A quanto pare i DERP sono famosi in questo campo, hanno infatti causato problemi anche su Dota 2 e Club Penguin e stanno piano piano prendendo di mira quasi tutti i giochi. Al vertice di questo complotto mediatico si trova Phantom Lord, un professional streamer che ha al suo attivo oltre 350 mila follower. 

Da ultimi aggiornamenti pare comunque che la polizia si sia presentata a casa dell’hacker e che la situazione sia stata ripristinata.

 

 

[easyazon_block add_to_cart=”default” align=”center” asin=”B00ESBHKI2″ cloaking=”default” layout=”left” localization=”default” locale=”IT” nofollow=”default” new_window=”default” tag=”consplannetw-21″]

COMMENTI
Clicca qui per aggiungere un commento







Scritto da: Dario "The Stig" Santoro

Giocatore fin dall'età di 6 anni, amo Final Fantasy e reputo il VII il migliore della serie. Sono un patito della tecnologia a 360 gradi ma ho una debolezza per i prodotti Apple. Amo i videogiochi e non le console. Sono un profondo sostenitore delle giornate da 36 ore e fermamente convinto che "non smettiamo di giocare perché diventiamo vecchi ma diventiamo vecchi perché smettiamo di giocare".

Nessun commento al momento.

Rispondi

Chi Siamo

CoPlaNet.it è nato con lo scopo di racchiudere una passione che ci unisce e di discuterne insieme, ossia quella dei videogiochi. Naturalmente per permettere che ciò avvenga in maniera “tranquilla” è stato necessario stilare un REGOLAMENTO da seguire. Ricordiamo che il forum di CoPlaNet.it è di libera visualizzazione nella maggiorparte delle sue aree ma necessita di una registrazione gratuita per poter essere attivo e partecipare alle discussioni.

Tweet