Katsuiro Harada vuole sviluppare un nuovo Tekken per console next gen

Come molti sviluppatori di videogiochi, anche Katsuiro Harada, famoso produttore della serie Tekken, vorrebbe svilupparne un nuovo episodio per console next-gen.
Nonostante nessuna delle nuove console sia ancora approdata su suolo nipponico, il buon Harada ha espresso il suo desiderio di portare un nuovo capitolo della “Saga del Pugno d’Acciaio” su piattaforme next-gen.

La notizia arriva direttamente da Twitter, famoso social network su cui il producer è sempre stato molto attivo. Molti dei suoi fan, inoltre, hanno espresso il desiderio di vedere un nuovo capitolo di Tekken anche su PC, piattaforma su cui la serie non è mai approdata. A quanto pare, il producer nipponico starebbe valutando, in maniera concreta, anche la possibilità di portare la serie su tale piattaforma.

News scritta da Violent666

[easyazon_block add_to_cart=”default” align=”center” asin=”B007VOG9NU” cloaking=”default” layout=”left” localization=”default” locale=”IT” nofollow=”default” new_window=”default” tag=”consplannetw-21″]

COMMENTI
Clicca qui per aggiungere un commento







Scritto da: Andrea "lordfener91" Dugoni

Laureato in Economia Europea, scrive News per passione e videogioca nei pochi momenti liberi. E’ un grandissimo amante della saga di Star Wars (soprattutto di tutto ciò che riguarda l'Universo Espanso) e si chiede se un giorno riuscirà mai a finire di leggere tutti gli innumerevoli romanzi usciti dagli anni ’70 ad oggi. E’ contrario allo SPPOILEEERR di qualsiasi genere… ma solamente se sono gli altri ad anticipargli le notizie. Stalkeratelo sul Twitter: @lordfener91

Nessun commento al momento.

Rispondi

Chi Siamo

CoPlaNet.it è nato con lo scopo di racchiudere una passione che ci unisce e di discuterne insieme, ossia quella dei videogiochi. Naturalmente per permettere che ciò avvenga in maniera “tranquilla” è stato necessario stilare un REGOLAMENTO da seguire. Ricordiamo che il forum di CoPlaNet.it è di libera visualizzazione nella maggiorparte delle sue aree ma necessita di una registrazione gratuita per poter essere attivo e partecipare alle discussioni.

Tweet