Grafica vs. Gameplay, cos'è più importante?

Avete presente quegli argomenti che si propagano nei forum nei secoli dei secoli? Le ragazze non sono interessate ai videogiochi, gli sparatutto sono per gente stupida… Argomenti che si leggono praticamente da quando i videogiocatori si sono riuniti in gruppi. Ma l’argomento cardine di tutte le discussioni nei forum è: “è più importante la grafica o la superiorità del gameplay?” Ogni gioco necessita della miglior qualità durante la produzione, ma molte persone si lamentano del fatto che l’estetica sia favorita nella produzione a scapito della giocabilità, che era molto più importante nel passato.

Con il passaggio alla nuova generazione, è giunto il momento di ricalibrare le parti. E’ inutile tirare in ballo i giochi per Sega, perché si parla di circa due decenni fa, quando le cut scene erano quasi indistinguibili dal gioco stesso. Le macchine si sono evolute, e anche le discussioni dovrebbero. Ma cos’è più importante, la grafica o il gameplay? Scopriamolo insieme.

La grafica è importante – Deal with it

Fin dalle prime rappresentazioni su Atari, i giochi hanno iniziato ad evolversi. E’ più facile capire come far funzionare qualcosa quando le forme non sono tutte uguali e i disegni sono auto-esplicativi. Un quadrato è un quadrato, ma una barca modellata non è un gigante animato. Ci sono sempre dei limiti della tecnologia, ma meno ostacoli vuol dire meno problemi.

Ma più che come effetto facilitatore, la grafica e, quindi, il piacere di osservare, è importante per mitigare il giocatore nell’illusione di un’apparenza di qualità. Siate certi che con immagini povere non avremmo avuto Uncharted, Tomb Raider, Crysis e molti altri capolavori. Gli sparatutto servono per uccidere gente, Lara è stata indaffarata per decenni: alcune cose hanno avuto un cambiamento catartico nel tempo.

I titoli con budget ridotti e, quindi, al di sotto delle aspettative, vengono inevitabilmente confrontati con altri titoli e posizionati al di sotto di essi, indipendentemente dal fatto che il contenuto sia migliore. Allo stesso modo, un titolo legato ad un franchise raramente è messo sotto a prodotti simili.

“Venere è uno strumento potente, proprio come molti sguardi accattivanti, non a causa della loro personalità immateriale”.

Il Gameplay è un Re debole 

C’è sempre un qualità senza tempo, il gameplay, applicato ai giochi che ruotano intorno alla componente d’azione. Un presunto buon gioco è solitamente misurato in base alla capacità di intrattenimento del videogiocatore. Eppure sono in pochi quelli a soggiornare in questo regno classico, perché il meccanismo di gioco è sempre più paragonato ad altri aspetti, come la grafica. Le idee diventano più complesse, semplici premi, (come i trofei e gli obiettivi), vengono rilasciati ai videogiocatori per stimolarli. Ciò che prima era l’apice di un gioco, adesso si presenta molto basilare, come una bicicletta di legno paragonata ad una macchina nuova.

Inoltre, il termine gameplay racchiude diversi sottoinsiemi che ne fanno un sistema fragile nel suo complesso. I controlli devono essere reattivi, i movimenti devono essere in perfetta sintonia, il level design deve riflettere bene i suoi obiettivi. Il contenuto deve mantenere il suo fascino, perché senza il desiderio di progredire, non può esistere il gioco. Solo quando questo ritornerà a livelli massimo, allora ci sarà competizione.

Dimentica tutto, l’innovazione è il tuo nuovo signore

Nel momento in cui la presentazione e l’azione hanno ugualmente attributi positivi e negativi, allora ci sarà un confronto. Ciò che distingue entrambi è la novità. L’innovazione definisce la forma del settore. Proprio come nella storia dell’arte, quando uno stile è pronto a morire, una rivoluzione viene fuori.

Questo esempio è riportato alla lettera con la grafica, in quanto alcune produzioni superiori si stanno avvicinando sempre di più alla realtà visiva. Trovare nuovi metodi per gestire la percezione è un modo sicuro di restare non indifferente. E questo vuol dire raggiungere design precedentemente irraggiungibili, aggiungendo una nuova dimensione o lavorare su illusioni. Tuttavia i giochi sono ancora legati alla fantasia del creatore. E questo non è cambiato dai tempi di Atari.

Per il gameplay, sono stati trovati nuovi trucchi per separare alcuni giochi dai generi stabiliti dal mercato. Questo è più evidente nel genere indie, che non ha mezzi per produrre capolavori. Il loro vantaggio è la tecnica di scoprire qualcosa di nuovo o addirittura di rompere ciò che è convenzionale. Questo tipo di approccio è rischioso ed è evitato dalle grandi aziende, che sono indirizzate verso una rivoluzione annunciata, ovvero la fissazione di un nuovo standard che coinvolge tutti i tipi di videogiocatore.

Aspetta, chi vince?

Per il momento possiamo concludere che non vi è un vincitore, semplicemente per il fatto che nessuno dei due dovrebbe essere decisamente superiore. Si crea un sacco di confusione nei dibattiti soprattutto per il fatto che si scontrano opinioni estreme molto divergenti che non raggiungono un punto in comune. Ed è per questo che la ragione è nel mezzo. Tuttavia, guardando un’altra prospettiva, quando la grafica avrà raggiunto il suo picco, non si potrà dire lo stesso per il gameplay. Ed è allora che tutti i punti di vista si riuniranno in un unico topic.

Non gioite troppo però, stilando una statistica dovremmo parlare di un 60/40 % più che di un pareggio. Entrambi dipendono l’uno dall’altro per produrre risultati. Quando i giochi saranno risaltati soltanto dai contenuti, a causa delle limitazioni raggiunte, allora i dure inizieranno ad avere una relazione simbiotica.

Il che, in sostanza, è un bene.

News scritta da Christi90

[easyazon_block add_to_cart=”default” align=”center” asin=”B00BIYAO3K” cloaking=”default” layout=”left” localization=”default” locale=”IT” nofollow=”default” new_window=”default” tag=”consplannetw-21″]

COMMENTI
  1. 1.

    bella domanda:asd:

    per me l’importante è divertirsi, è vero anche che “L’occhio vuole la sua parte.

    Secondo me oramai più o meno tutti i videogiocatori si sono abituati a vedere giochi con una grafica di un certo livello. Non c’è da dimenticare però che è il gameplay a rendere un gioco un gioco.

    Secondo me è sempre più importante il gameplay, perchè è ciò che differenzia un gioco da un altro, tanto ormai tutti i giochi escono bene o male con una grafica accettabile. Certo se mi chiedete di decidere tra CTR e the last of us, sceglierei quello adatto alle mie esigenze di quel momento. Voglio divertirimi? bene, sceglierò CTR, voglio godermi un gioco con una grafica maestosa, una storia da oscar? Sceglierò TLOU;)

    2.

    Io litigo ogni volta con i miei amici. Tutti quanti dicono:”Ha una bella grafica? No? Allora non lo prendo”. Che ragionamento è? La scorsa generazione è stata dominata dalla console con il comparto grafico meno attrezzato, perchè garantiva un gameplay solido ed innovativo. Io sono e resterò sempre per il gameplay, la grafica fa un 20-30% massimo. Ma sono considerazioni personali.
    3.

    Io dico un 40/60, ovviamente vincitore è il gameplay, senza di quello un gioco non può avere buone critiche. Vero che anche la grafica deve fare il suo lavoro, ma essendo cresciuto con videogiochi avente grafica di basso livello (ottimo per l’epoca) non posso che rispondere così 🙂 Gameplay sempre più importante, senza di quello il gioco non può proseguire in buon modo.
    4.

    Grafica vs Gameplay. Qual è il più importante? Ovvio, il sonoro.

    Sent from my iPhone using Tapatalk

    5.

    The Stig
    Grafica vs Gameplay. Qual è il più importante? Ovvio, il sonoro.

    Sent from my iPhone using Tapatalk

    Più che sonoro, il doppiaggio :indiff: ormai i giochi con un doppiaggio di “discreto” livello, si contano sulle dita di una mano. (esclusi giochi con licenza)

    6.

    Io più che il gameplay valuto un gioco in base alla trama, la grafica è solo un valore aggiunto. Voglio storie, voglio immedesimarmi nei personaggi, provare curiosità e continuare a giocare spronato dalla voglia di sapere come andrà a finire.
    7.

    Rispondere non è facile, è come dire: meglio la PS4 o la ONE? Oppure meglio le more le bionde o le rosse? (senza dimenticare le castane)

    E’ una questione di gusti personali, di cosa si cerca da un gioco e cosa si pretende da un gioco. Nessuno ha torto, tutti hanno ragione quando dicono la loro.

    Siamo di fronte alla quarta generazione di console (anche di più se teniamo conto nintendo e mega drive) e ogni volta vengono fatti sempre nuovi passi in avanti, quindi vorrà dire che ai giocatori interessa la qualità in termini di grafica. Non si può negare che giocando ad un The last of us un Uncharted 2/3 o God of War III abbiano dato fastidio tutti quei dettagli di gioco durante l’avventura.

    Io credo che siano la faccia delle stessa medaglia e siano molto importanti entrambe. 10 anni fa dicevo l’importante è divertirsi, ma nn mi ha mai fatto schifo una bella grafica. Riuscite ad immaginare un Red dead remption senza i dettagli della città di Escalera o Black water?

    Non mi sembra che lo sviluppo della grafica abbia mai ammazzato le sceneggiature di gioco (vedere i tre batman) quindi per me da un gioco di classe A mi aspetto una grafica da classe A. Se poi la grafica è da C ci gioco lo stesso, OVVIO.

    E’ come una giuda di gioco: la puoi fare fatta bene (e quindi parallelemente al discorso in questione con una buona trama di gioco per capirsi) ma la puoi anche fare bene e bella (quindi aggiungendo dettagli estetici che la rendono migliore e con più appeal in questo caso la grafica di gioco)

    Anche perchè gli occhi sono il mezzo con la quale percepiamo la realtà, perchè quando non servono le parole le cose rimangono dentro di noi anche con un solo sguardo.

    8.

    Demoniun
    Più che sonoro, il doppiaggio :indiff: ormai i giochi con un doppiaggio di “discreto” livello, si contano sulle dita di una mano. (esclusi giochi con licenza)

    No no. Io dico proprio la musica. Immagina un qualunque gioco senza la musica e poi dimmi quanto è importante. Un gioco è fatto di tante cose. Tutte importanti. Se a Beyond togli la grafica resta solo narrazione. Se a Final Fantasy (fino al X) togli le musiche resta un jgdr di nicchia. Giusto per dirne due.

    Sent from my iPhone using Tapatalk

    9.

    GambX
    Io più che il gameplay valuto un gioco in base alla trama, la grafica è solo un valore aggiunto. Voglio storie, voglio immedesimarmi nei personaggi, provare curiosità e continuare a giocare spronato dalla voglia di sapere come andrà a finire.

    Sono completamente d’accordo :sisi:

    Comunque personalmente tra grafica e gameplay preferisco assolutamente quest’ultimo, non per nulla i miei 2 giochi preferiti sono uno della ps1 ed uno della nintendo 64.. :asd:

    10.

    per me entrambi sono importanti,

    perchè un buon titolo deve essere completo sotto tutti i punti, dalla grafica al gameplay alla trama e via discorrendo…

    un buon esempio ne è la serie uncharted.

    11.

    E comunque ragazzi se la grafica per voi non è importante a sto punto tanto vale leggersi un libro o fare un videogame con solo i testi.

    Secondo me si è perso molto le sensazioni che lasciano a bocca aperta dopo uno sguardo..

    Secondo me è un problema di sapersi far coinvolgere da ciò che ci sta attorno, non ci facciamo caso.

    Cioè è come se nn riuscissimo ad apprezzare un paesaggio o un tramonto se non c’è un gameplay di gioco a farcelo notare: dietro ad un videogame c’è gente che si fa il culo per lasciarci a bocca aperta per disegnare una location stupenda durante una fase cruciale di gioco; e nessuno se la ricorda..

    ; te parli di musica e sono d’accordo al 100% ma la scena del lago di macalania dove Tidus e Yuna sono immersi nell’Acqua non è il perfetto mix di storia, grafica e musica?

    12.

    The Stig
    No no. Io dico proprio la musica. Immagina un qualunque gioco senza la musica e poi dimmi quanto è importante. Un gioco è fatto di tante cose. Tutte importanti. Se a Beyond togli la grafica resta solo narrazione. Se a Final Fantasy (fino al X) togli le musiche resta un jgdr di nicchia. Giusto per dirne due.

    Sent from my iPhone using Tapatalk

    Quello anche vero, diciamo che si tiene sempre la musica come sfondo, non viene mai valorizzata al punto di capire che senza di essa un gioco sarebbe monotonia pura. Ti do pienamente ragione con quanto hai detto, hai trovato una cosa che resterà negli annali 🙂

    13.

    Io ad un gioco con una grafica stupenda ed un gameplay brutto preferisco nella maniera più assoluta un gioco con una grafica mediocre ma un gameplay con gli attributi!!!!

    P.S. effettivamente mi ero perso il post di ;, ecco anche il sonoro è una componente importante 😉

    14.

    ma il punto è questo: perchè associamo sempre una grafica stupenda ad un gameplay di merda.. Non è un luogo comune!? Quando effettivamentre avete dovuto scegliere tra la grafica ed il gameplay? Io personalmente mai..
    15.

    Mou Special Five
    E comunque ragazzi se la grafica per voi non è importante a sto punto tanto vale leggersi un libro o fare un videogame con solo i testi.

    Secondo me si è perso molto le sensazioni che lasciano a bocca aperta dopo uno sguardo..

    Secondo me è un problema di sapersi far coinvolgere da ciò che ci sta attorno, non ci facciamo caso.

    Cioè è come se nn riuscissimo ad apprezzare un paesaggio o un tramonto se non c’è un gameplay di gioco a farcelo notare: dietro ad un videogame c’è gente che si fa il culo per lasciarci a bocca aperta per disegnare una location stupenda durante una fase cruciale di gioco; e nessuno se la ricorda..

    ; te parli di musica e sono d’accordo al 100% ma la scena del lago di macalania dove Tidus e Yuna sono immersi nell’Acqua non è il perfetto mix di storia, grafica e musica?

    Momento: la scena di FFX era comunque un filmato. Qualche giorno fa ho provato a rigiocarlo sulla PS2: graficamente era inguardabile, ma all’epoca era un gioco favoloso. E comunque io ci ho perso le migliori ore della mia vita per la storia e per completare la sferografia di tutti personaggi, oltre che completarlo al 100 % con tutti gli eoni, etc. Adesso, giusto per continuare il paragone, analizziamo gli ultimi FF: graficamente sbalorditivi, ma il gameplay? E’ sottotono, non coinvolge. La remaster edition di FFX graficamente sarà un successo? Assolutamente no, ma mi terrà incollato ancora una volta per ore ed ore solo perchè è uno dei giochi più belli da giocare in assoluto. Quindi, pochi cazzi: l’occhio vorrà anche la sua parte, ma un gioco senza anima (il gameplay), è un gioco morto.

    16.

    Il sonoro poi è l’unica cosa “tangibile” di cui noi giocatori possiamo subito capirne l’importanza. A differenza degli altri elementi come grafica, gameplay etc etc per rendersi conto di quanto sia importante la musica in un gioco basta togliere il volume al televisore. Non sembrerà neanche di giocare.

    Sent from my iPhone using Tapatalk

    17.

    Mou Special Five
    perchè associamo sempre una grafica stupenda ad un gameplay di merda..

    Nessuno ha detto questo, anzi…

    TLOU, Beyond, GTA, Uncharted e molti altri dimostrano che ci possono essere giochi con grafiche e gameplay sublimi.

    Christi90
    Momento: la scena di FFX era comunque un filmato. Qualche giorno fa ho provato a rigiocarlo sulla PS2: graficamente era inguardabile, ma all’epoca era un gioco favoloso. E comunque io ci ho perso le migliori ore della mia vita per la storia e per completare la sferografia di tutti personaggi, oltre che completarlo al 100 % con tutti gli eoni, etc. Adesso, giusto per continuare il paragone, analizziamo gli ultimi FF: graficamente sbalorditivi, ma il gameplay? E’ sottotono, non coinvolge. La remaster edition di FFX graficamente sarà un successo? Assolutamente no, ma mi terrà incollato ancora una volta per ore ed ore solo perchè è uno dei giochi più belli da giocare in assoluto. Quindi, pochi cazzi: l’occhio vorrà anche la sua parte, ma un gioco senza anima (il gameplay), è un gioco morto.

    E’ esattamente quello che penso io, anzi rilancio facendo l’esempio di altri 2 Final Fantasy ovvero il 7 e l’8 😉

    Ripeto di giochi che hanno sia una grafica che un gameplay bellissimi ce ne son molti ma se devo scegliere tra grafica bella – gameplay brutto e grafica brutta – gameplay bello propendo per la seconda 😉

    18.

    Se dovessi tenere conto solamente di quello che cerco IO in un’esperienza interattiva (occhio, non ho scritto videogioco) direi “nessuno dei due” perchè sceglierei la narrazione (ricalcata, come dice il buon Dario, da un ottimo sonoro che la accompagni a dovere).

    Non a caso i miei titoli preferiti giocati lo scorso anno (e sicuramente nella mia personale classifica dei giochi preferiti di sempre) ci sono questi due: uno in pixel art e uno con un motore grafico talmente vecchio che è stato mascherato con il cel shading dove il gameplay consiste solamente nel premere il tasto sx del mouse

    Poi ovviamente ci sono delle eccezioni…

    19.

    The Stig
    Il sonoro poi è l’unica cosa “tangibile” di cui noi giocatori possiamo subito capirne l’importanza. A differenza degli altri elementi come grafica, gameplay etc etc per rendersi conto di quanto sia importante la musica in un gioco basta togliere il volume al televisore. Non sembrerà neanche di giocare.

    Sent from my iPhone using Tapatalk

    Anche questo è vero: quando mio fratello mi imponeva di togliere il volume per andare a dormire, staccavo tutto e mi spostavo in un’altra stanza. Da sottolineare, inoltre, come tutti i più grandi capolavori abbiano colonne sonore che io personalmente considererei capolavori nei capolavori: MGS4, i vari Zelda, FF, Uncharted, Silent Hill 1, 2 e 3 (roba da far salire la tensione). Insomma si, volendo considerare anche il sonoro, anche questo fa tantissimo.

Clicca qui per aggiungere un commento







Scritto da: Andrea "lordfener91" Dugoni

Laureato in Economia Europea, scrive News per passione e videogioca nei pochi momenti liberi. E’ un grandissimo amante della saga di Star Wars (soprattutto di tutto ciò che riguarda l'Universo Espanso) e si chiede se un giorno riuscirà mai a finire di leggere tutti gli innumerevoli romanzi usciti dagli anni ’70 ad oggi. E’ contrario allo SPPOILEEERR di qualsiasi genere… ma solamente se sono gli altri ad anticipargli le notizie. Stalkeratelo sul Twitter: @lordfener91

Nessun commento al momento.

Rispondi

Chi Siamo

CoPlaNet.it è nato con lo scopo di racchiudere una passione che ci unisce e di discuterne insieme, ossia quella dei videogiochi. Naturalmente per permettere che ciò avvenga in maniera “tranquilla” è stato necessario stilare un REGOLAMENTO da seguire. Ricordiamo che il forum di CoPlaNet.it è di libera visualizzazione nella maggiorparte delle sue aree ma necessita di una registrazione gratuita per poter essere attivo e partecipare alle discussioni.

Tweet