Per Nintendo l'anno fiscale si concluderà in perdita ma Iwata non si dimetterà. Secondo gli analisti la Grande N diventerà una third party

Durante un’assemblea degli azionisti, Nintendo ha svelato una triste realtà: le console vendute durante quest’anno fiscale non stanno raggiungendo i numeri sperati e la Grande N è stata costretta a ridurre drasticamente le previsioni di vendita stimate fino a marzo 2014:

  • Wii U: 2.8 milioni (previsione iniziale di 9 milioni)
  • 3DS: 13.5 milioni (previsione iniziale di 18 milioni).

La società di Kyoto si aspetta anche un bilancio in perdita di 35 miliardi di Yen contro la stima iniziale di un guadagno per 100 miliardi di Yen.

Di seguito le parole del presidente Satoru Iwata:

“Durante l’ultima stagione dell’anno che, generalmente, è quella in cui si concentra la più alta percentuale di guadagno, le vendite del software sono state inferiori a quanto avevamo previsto e ciò è dovuto principalmente al fatto che le vendite dell’hardware non hanno raggiunto il livello atteso. Il risultato? I costi di vendita, generali e amministrativi supereranno l’utile lordo e chiuderemo il bilancio annuale in perdita”.

Iwata ha dichiarato anche che non intende dimettersi e non ci sarà alcun cambio manageriale, almeno non nel breve periodo.

A commentare la vicenda ci ha pensato l’analista Michael Pachter, il quale sostiene che Nintendo dovrebbe diventare una società di terze parti e sviluppare i propri titoli per le altre console:

“Il software di Nintendo è ottimo e continuerà ad esserlo. Tuttavia, se rimarrà first party le vendite continueranno ad essere limitate se l’hardware non vende. Il primo passo per risollevarsi è ammettere che c’è un problema e io personalmente non ho mai letto nessuna dichiarazione del genere da parte di Mr Iwata.”

Nintendo ha sempre rifiutato l’idea di diventare una third party, ma è consapevole che occorre orientarsi verso nuovi business:

“Stiamo pensando ad una nuova struttura di business. Dato che il mercato mobile si sta espandendo, stiamo studiando dei modi per poterlo sfruttare; ma non è così semplice portare Super Mario su smartphone”.

[easyazon_block add_to_cart=”default” align=”center” asin=”B009AINM4O” cloaking=”default” layout=”left” localization=”default” locale=”IT” nofollow=”default” new_window=”default” tag=”consplannetw-21″]

COMMENTI
  1. 1.

    Mamma mia… Zelda su PS4… O_OO_O mamma mia….

    Scherzi a parte, dopo Sega un’altra Superpotenza dei videogames inizia a scricchiolare, cioè volevano vendere 9 milioni di WiiU ????

    Ma chi hanno interpellato per fare le previsioni? Giurato?

Clicca qui per aggiungere un commento







Scritto da: Andrea "lordfener91" Dugoni

Laureato in Economia Europea, scrive News per passione e videogioca nei pochi momenti liberi. E’ un grandissimo amante della saga di Star Wars (soprattutto di tutto ciò che riguarda l'Universo Espanso) e si chiede se un giorno riuscirà mai a finire di leggere tutti gli innumerevoli romanzi usciti dagli anni ’70 ad oggi. E’ contrario allo SPPOILEEERR di qualsiasi genere… ma solamente se sono gli altri ad anticipargli le notizie. Stalkeratelo sul Twitter: @lordfener91

Nessun commento al momento.

Rispondi

Chi Siamo

CoPlaNet.it è nato con lo scopo di racchiudere una passione che ci unisce e di discuterne insieme, ossia quella dei videogiochi. Naturalmente per permettere che ciò avvenga in maniera “tranquilla” è stato necessario stilare un REGOLAMENTO da seguire. Ricordiamo che il forum di CoPlaNet.it è di libera visualizzazione nella maggiorparte delle sue aree ma necessita di una registrazione gratuita per poter essere attivo e partecipare alle discussioni.

Tweet