I videogiochi aiutano le compagnie nella selezione del personale?

Mettere nel curriculum frasi tipo: “Io ho un ratio elevato in Call of Duty” è esagerato; ma a quanto pare le abilità individuali di un giocatore possono aiutare determinate aziende al fine di un’assunzione.

Tutto questo grazie ad una società specifica in grado di paragonare i candidati tramite le loro capacità di ambientazione, di elaborazione ed altre abilità richieste in ambito d’ufficio.

In un articolo del New York Times, l’economista Erik Brynjolfsson ha discusso in merito all’attività di assunzione del personale al giorno d’oggi con un particolare riferimento ai posti di lavoro ideali in base alle’abilità individuali. Brynjolfsson è inoltre un consulente di una ditta chiamata Knack, la quale crea determinati giochi al fine di identificare i migliori candidati in un’ipotetica fase di colloquio.

Knack ha fornito servizi a diverse entità come Shell tramite il software Wasabi Waiter.

Voi che ne pensate?

COMMENTI
Clicca qui per aggiungere un commento







Scritto da: Darth Gary

Nessun commento al momento.

Rispondi

Chi Siamo

CoPlaNet.it è nato con lo scopo di racchiudere una passione che ci unisce e di discuterne insieme, ossia quella dei videogiochi. Naturalmente per permettere che ciò avvenga in maniera “tranquilla” è stato necessario stilare un REGOLAMENTO da seguire. Ricordiamo che il forum di CoPlaNet.it è di libera visualizzazione nella maggiorparte delle sue aree ma necessita di una registrazione gratuita per poter essere attivo e partecipare alle discussioni.

Tweet