Assassin's Creed come Doctor Who: La saga non avrà un vero e proprio finale

Lo scorso anno Ashraf Ismail (director di AC4 Black Flag) ha dichiarato che Ubisoft ha già in mente come dovrà procedere e concludersi la saga di Assassin’s Creed. Tuttavia, il lead writer di Revelations e Black Flag Darby McDevitt in una recente intervista ad Edge ha voluto precisare che le dichiarazioni di Ismail non sono del tutto corrette.

“C’è stata un po’ di confusione per quanto riguarda il finale della saga perchè le parole di Ismail non sono esattamente vere. L’universo di Assassin’s Creed può essere paragonato a quello di Doctor Who: ci sono talmente tante possibilità che possono essere analizzate e per questo non vogliamo dare una conclusione alla serie.

Il Giappone dell’era Shogun, la Londra Vittoriana, il selvaggio West, la Rivoluzione Francese,… Questa lista delle possibili location dei prossimi Assassin’s Creed non è stata fatta da Ubisoft, bensì dai fan; e a quanto pare, noi e loro abbiamo la stessa visione inerente al futuro della saga”.

[easyazon_block add_to_cart=”default” align=”center” asin=”B00BN4VH2M” cloaking=”default” layout=”left” localization=”default” locale=”IT” nofollow=”default” new_window=”default” tag=”consplannetw-21″]

COMMENTI
  1. 1.

    Non so voi, ma io una dichiarazione come questa del tipo “l’unica cosa che ci interessa sono i vostri soldi, e ve lo diciamo pure apertamente, tanto comprerete ugualmente i prossimi AC” non l’avevo mai sentita :asd::asd:

    Complimenti, il premio per la miglior perla del giorno spetta al caro buon McDevitt :asd::clap::clap:

    2.

    porca miseria, finali incerti, luoghi scelti dai fan a caso…..ma dove siamo? A me gia AC4 mi è puzzato fin da subito ma adesso ho la conferma: creano capitoli random per monetizzare sui fan, che si son tenuti stretti da AC1 AC2…adesso però bisogna finire sto giro eh!:indiff:
    4.

    A me personalmente il 4 non è dispiaciuto, anche se il vero difetto ormai è l’importanza del credo che si sentiva nei primi capitoli :sisi:
    5.

    Headhunterz
    A me personalmente il 4 non è dispiaciuto, anche se il vero difetto ormai è l’importanza del credo che si sentiva nei primi capitoli :sisi:

    …E la storia inesistente del presente (aka la VERA storia di Assassin’s Creed) dove la mettiamo :asc: :asc:

    6.

    lordfener91
    …E la storia inesistente del presente (aka la VERA storia di Assassin’s Creed) dove la mettiamo :asc: :asc:

    Si ovviamente anche quella ma nel 3 l’hanno fatta finire in una maniera inguardabile, nel 4 praticamente è insulsa, secondo me a loro non interessa molto renderla più coinvolgente, però speriamo bene non si sa mai :asd:

    7.

    lordfener91
    …E la storia inesistente del presente (aka la VERA storia di Assassin’s Creed) dove la mettiamo :asc: :asc:

    Appunto, non la mettiamo :troll

    8.

    Io dico una cosa a chi dice che lo fanno per i soldi. Ma ragazzi e’ ovvio (e giusto secondo me) che lo fanno per i soldi perché alla fine loro sono un azienda come un altra che devono guadagnare offrendo dei prodotti che sul mercato vanno.

    Perché ac va alla grande secondo me. perché loro dovrebbero semtere di produrre un prodotto del genere ? Alla fine e’ come con fifa e cod che secondo me sono quasi tutti uguali, ma ogni anno fanno soldi a palate. Noi siamo appassionati e i video giochi non gli vediamo solo come prodotti comerciali ma qualcosa di più.

    Inviato dal mio GT-I9001 con Tapatalk 2

Clicca qui per aggiungere un commento







Scritto da: Andrea "lordfener91" Dugoni

Laureato in Economia Europea, scrive News per passione e videogioca nei pochi momenti liberi. E’ un grandissimo amante della saga di Star Wars (soprattutto di tutto ciò che riguarda l'Universo Espanso) e si chiede se un giorno riuscirà mai a finire di leggere tutti gli innumerevoli romanzi usciti dagli anni ’70 ad oggi. E’ contrario allo SPPOILEEERR di qualsiasi genere… ma solamente se sono gli altri ad anticipargli le notizie. Stalkeratelo sul Twitter: @lordfener91

Nessun commento al momento.

Rispondi

Chi Siamo

CoPlaNet.it è nato con lo scopo di racchiudere una passione che ci unisce e di discuterne insieme, ossia quella dei videogiochi. Naturalmente per permettere che ciò avvenga in maniera “tranquilla” è stato necessario stilare un REGOLAMENTO da seguire. Ricordiamo che il forum di CoPlaNet.it è di libera visualizzazione nella maggiorparte delle sue aree ma necessita di una registrazione gratuita per poter essere attivo e partecipare alle discussioni.

Tweet