"PS Now è uno scherzo", dice Pachter

Parlando con GameInformer, il noto analista Michael Pachter definisce PlayStation Now “uno scherzo”.

“PS Now è uno scherzo. Nessun publisher concederà la licenza dei propri giochi a Sony ogni mese perchè rischierebbero di non vendere più copie.”

Il servizio di cloud gaming (ex Gaikai) è stato presentato ufficialmente da Sony a gennaio ed è attualmente in fase di closed beta negli Stati Uniti (sarà disponibile per tutti, sempre solamente negli USA, a fine 2014) e, sulla carta, dovrebbe consentire la riproduzione di qualsiasi gioco PlayStation in streaming su PS4, PS Vita, PS3, smartphone, tablet e televisori (gli ultimi modelli Bravia).

Le previsioni di Pachter non si sono rivelate quasi sempre corrette ma, quello delle licenze, è uno dei tanti punti interrogativi sorti in seguito alla presentazione del servizio; quanti soldi dovrà sborsare Sony per garantire la presenza di ogni titolo (o almeno i più famosi) di terze parti nei propri cloud ogni mese?

Si tratta sicuramente di un progetto interessante, ma bisognerà vedere come si evolverà in futuro dato che gli aspetti più importanti (prezzo dell’abbonamento e ampiezza del catalogo giochi) non sono ancora stati rivelati.

COMMENTI
  1. 2.

    arsenius89
    se lo dice lui allora si farà

    Ehhhh ma sta volta sai che io sono d’accordo con lui? :asd: Alla fine non ha tutti i torti. Sui servizi simili (Spotify, Netflix,…) non c’è tutto, e con i videogiochi sarà molto più difficile visto che costano di più di film e musica. Già adesso con PS Plus alcune (quasi tutte) terze parti tengono un loro gioco gratuito solamente per un mese, per questo non mi sembra una cosa così fuori dal mondo quella che ha detto il buon Pachter :asc:

    4.

    lordfener91
    Ehhhh ma sta volta sai che io sono d’accordo con lui? :asd: Alla fine non ha tutti i torti. Sui servizi simili (Spotify, Netflix,…) non c’è tutto, e con i videogiochi sarà molto più difficile visto che costano di più di film e musica. Già adesso con PS Plus alcune (quasi tutte) terze parti tengono un loro gioco gratuito solamente per un mese, per questo non mi sembra una cosa così fuori dal mondo quella che ha detto il buon Pachter :asc:

    le sbaglia tutte e proprio questa deve azzeccare???:asd: a livello teorico hai ragione ma se Sony l’ha pensato e si è “scoperta” in quel modo qualcosa in mente ce l’avrà (spero:asc:)

    6.

    arsenius89
    le sbaglia tutte e proprio questa deve azzeccare???:asd: a livello teorico hai ragione ma se Sony l’ha pensato e si è “scoperta” in quel modo qualcosa in mente ce l’avrà (spero:asc:)

    Sony ha pensato pure PSP Go e VITA TV se è per questo …e pure allora aveva qualcosa in mente 😆

    7.

    GAS
    Sony ha pensato pure PSP Go e VITA TV se è per questo …e pure allora aveva qualcosa in mente 😆

    e Pachter disse che sarebbero state la svolta del mondo videoludico..scherzo:troll

Clicca qui per aggiungere un commento







Scritto da: Andrea "lordfener91" Dugoni

Laureato in Economia Europea, scrive News per passione e videogioca nei pochi momenti liberi. E’ un grandissimo amante della saga di Star Wars (soprattutto di tutto ciò che riguarda l'Universo Espanso) e si chiede se un giorno riuscirà mai a finire di leggere tutti gli innumerevoli romanzi usciti dagli anni ’70 ad oggi. E’ contrario allo SPPOILEEERR di qualsiasi genere… ma solamente se sono gli altri ad anticipargli le notizie. Stalkeratelo sul Twitter: @lordfener91

Nessun commento al momento.

Rispondi

Chi Siamo

CoPlaNet.it è nato con lo scopo di racchiudere una passione che ci unisce e di discuterne insieme, ossia quella dei videogiochi. Naturalmente per permettere che ciò avvenga in maniera “tranquilla” è stato necessario stilare un REGOLAMENTO da seguire. Ricordiamo che il forum di CoPlaNet.it è di libera visualizzazione nella maggiorparte delle sue aree ma necessita di una registrazione gratuita per poter essere attivo e partecipare alle discussioni.

Tweet