Titanfall non avrà una campagna singleplayer

In un’intervista a GI International, il leader di Respawn Studio Vince Zampella ha dichiarato che Titanfall non avrà una modalità giocatore singolo con una storia. Ecco la motivazione:

Al momento la software house è composta da circa 60 sviluppatori e non vogliamo dividere il team per realizzare una campagna giocatore singolo. Inoltre non abbiamo nessuna intenzione di perdere diversi mesi di sviluppo per realizzare una serie di missioni che nessuno giocherà. Secondo le nostre stime, solo il 5% dei giocatori completerebbero la storia, tutti gli altri si fermerebbero al primo capitolo. È per questo che Titanfall sarà composto solo dalla modalità multigiocatore.

Mentre attendiamo ulteriori aggiornamenti al riguardo, vi ricordiamo che Titanfall uscirà nei primi mesi del 2014 su Xbox One, Xbox 360 e PC. Continuate a seguirci.

COMMENTI
  1. 3.

    Avrei passato comunque, e adesso, in ogni caso, ho un motivo in più. Prevedo scaffale finchè non scende sotto i 20€ (poi avrà tanto di quel cod questo gioco che non vale la pena spenderci più di tanto imho :asd:)
    4.

    penso era abbastanza prevedibile dalla demo mostrata all’E3, me lo aspettavo diciamo e comunque non mi aveva stupito più di tanto:asd:
    5.

    Saaaaaaaaaaaaaaalve.

    Maaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa… Titanfal no, non era mica quel titolo, quello di quelli che facevano cod, che usava il cloud computing no, sai i server online per fare i calcoli e non pesare sulla console, dicevo il cloud computing di titanfall, sai quello che avevano detto che lo usavano il cloud computing.

    Ti ricordo per calcolare cosa?

    Ti ricordi?

    No?

    L’ IA :tziz:

    L’ IA di un gioco online :tziz:

    Dov’è che stà l’IA in un gioco online?

    6.

    Certo che se il bacino d’utenza su cui si basano per decidere queste boiate è lo stesso i cui feedback hanno contribuito a plasmare le nuove console si spiegano molte cose…
    7.

    Questa è bellissima:

    “Al momento la software house è composta da circa 60 sviluppatori e non vogliamo dividere il team per realizzare una campagna giocatore singolo”

    Leggasi:

    “Non abbiamo idee per sviluppare un gioco con dei forti elementi single-palyer, primo tra tutti una trama degna di essere chiamata tale. Inoltre, con un gioco single-player, non avremmo potuto inserire una serie di interessantissime e veramente molto più next-gen feature, come le microtransazioni per spillare soldi all’utenza”

    Ergo, scaffale a vita. E’ un peccato, perché sembrava una delle cose più interessanti mostrate all’E3, nonchè una delle “semi-esclusive” migliori della Xbox One :indiff:.

    Che poi, non capisco,parlano tanto di potenza computazionale, di cloud computing di memorie RAM iper-veloci ecc ecc. , e poi ci propinano sempre più titoli free-to-play, che puoi trovare tranquillamente su internet, senza spendere 500 euro per uno scatolotto di silicio. Ma allora a che serve, tutta questa fantomatica potenza, se poi i giochi regrediscono nelle meccaniche? A farmi vedere 2 poligoni in più? :bah:

    Uovoragno
    Saaaaaaaaaaaaaaalve.

    Maaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa… Titanfal no, non era mica quel titolo, quello di quelli che facevano cod, che usava il cloud computing no, sai i server online per fare i calcoli e non pesare sulla console, dicevo il cloud computing di titanfall, sai quello che avevano detto che lo usavano il cloud computing.

    Ti ricordo per calcolare cosa?

    Ti ricordi?

    No?

    L’ IA :tziz:

    L’ IA di un gioco online :tziz:

    Dov’è che stà l’IA in un gioco online?

    Ehh, ma sai com’è, la colpa è di quelli che non volevano il DRM e il check online, quindi hanno dovuto togliere queste cose e concentrarsi sul multiplayer…..

    …. E sì, certo come no :tziz:

    Appena l’ho sentita sta storia del cloud computing, applicato ad una console, mi sembrava una balla colossale, ora, più leggo queste notizie, più si fortifica in me questa convinzione.

Clicca qui per aggiungere un commento







Scritto da: Darth Vader

Nessun commento al momento.

Rispondi

Chi Siamo

CoPlaNet.it è nato con lo scopo di racchiudere una passione che ci unisce e di discuterne insieme, ossia quella dei videogiochi. Naturalmente per permettere che ciò avvenga in maniera “tranquilla” è stato necessario stilare un REGOLAMENTO da seguire. Ricordiamo che il forum di CoPlaNet.it è di libera visualizzazione nella maggiorparte delle sue aree ma necessita di una registrazione gratuita per poter essere attivo e partecipare alle discussioni.

Tweet