Darksiders III - 11 minuti di gameplay

IGN ha pubblicato un video di 11 minuti di gameplay di Darksiders III, titolo in uscita il 27 novembre per PS4, Xbox One e PC.

COMMENTI
  1. 2.

    Spide29
    Bello -))

    Commento dell’anno…. :asd:

    Francamente, avrebbero dovuto prendere una sezione di gioco diversa, mostrando meglio il combat system e la risoluzione degli enigmi. E sopratutto, prendere qualcuno capace di giocare…… Video del genere, fanno una pessima pubblicità al gioco, sopratutto verso quella parte di untenza, che non conosce la saga. :indiff: Detto questo, dita incrociate: questo titolo (anzi, l’intera serie), ha avuto uno sviluppo piuttosto travagliato. Spero non abbia influito negativamente sulla qualità finale del prodotto. :sese

    3.

    Violent666
    Commento dell’anno…. :asd:

    Francamente, avrebbero dovuto prendere una sezione di gioco diversa, mostrando meglio il combat system e la risoluzione degli enigmi. E sopratutto, prendere qualcuno capace di giocare…… Video del genere, fanno una pessima pubblicità al gioco, sopratutto verso quella parte di untenza, che non conosce la saga. :indiff: Detto questo, dita incrociate: questo titolo (anzi, l’intera serie), ha avuto uno sviluppo piuttosto travagliato. Spero non abbia influito negativamente sulla qualità finale del prodotto. :sese

    Infatti dopo che ho scritto sono andato a leggere un pò qua un pò la ed ho letto commenti pessimi su questo video. In effetti sono un pò superficiale nei giudizi mi baso sul mi piace o non mi piace. Scritto ciò i primi 2 mi hanno coinvolto appieno e spero che sia così anche per il terzo della saga

    Inviato dal mio SM-A510F utilizzando Tapatalk

    4.

    Violent666
    Commento dell’anno…. :asd:

    Francamente, avrebbero dovuto prendere una sezione di gioco diversa, mostrando meglio il combat system e la risoluzione degli enigmi. E sopratutto, prendere qualcuno capace di giocare…… Video del genere, fanno una pessima pubblicità al gioco, sopratutto verso quella parte di untenza, che non conosce la saga. :indiff: Detto questo, dita incrociate: questo titolo (anzi, l’intera serie), ha avuto uno sviluppo piuttosto travagliato. Spero non abbia influito negativamente sulla qualità finale del prodotto. :sese

    Purtroppo la THQ Nordic sembra che non voglia investire minimamente in marketing. Ed è una scelta che comunque coinvolge un po’ tutte le sue IP. Il fatto che abbiano dato l’aneprima in esclusiva praticamente a IGN lascia intendere quanto poco globale sia la loro copertura mediatica.

    Il poco budget dedicato al marketing si nota anche dal fatto che ripropongono sempre il medesimo livello. Non hanno i soldi per fare un demo in un altro livello?

    Tutte errori molto grossolani di marketing.

    Io avendo amato i primi due capitoli mi sento di dire che l’acquisto anche di questo terzo è praticamente assicurato. Ma i soldi si fatto con i nuovi clienti e non con la sparuta nicchia di affezzionati che la saga si è creata.

    Purtroppo il mercato è saturo di prodotti più accattivanti esteticamente anche se contenutisticamente più basilari. E a malincuore bisogna dire che sono quelli che attirano i consumatori, grazie anche a campagne marketing milionarie studiate a tavolino.

    5.

    Dilust
    Purtroppo la THQ Nordic sembra che non voglia investire minimamente in marketing. Ed è una scelta che comunque coinvolge un po’ tutte le sue IP. Il fatto che abbiano dato l’aneprima in esclusiva praticamente a IGN lascia intendere quanto poco globale sia la loro copertura mediatica.

    Il poco budget dedicato al marketing si nota anche dal fatto che ripropongono sempre il medesimo livello. Non hanno i soldi per fare un demo in un altro livello?

    Tutte errori molto grossolani di marketing.

    Io avendo amato i primi due capitoli mi sento di dire che l’acquisto anche di questo terzo è praticamente assicurato. Ma i soldi si fatto con i nuovi clienti e non con la sparuta nicchia di affezzionati che la saga si è creata.

    Purtroppo il mercato è saturo di prodotti più accattivanti esteticamente anche se contenutisticamente più basilari. E a malincuore bisogna dire che sono quelli che attirano i consumatori, grazie anche a campagne marketing milionarie studiate a tavolino.

    Faccio fatica a darti torto…. :asc: Il problema del marketing da te perfettamente sottolineato, rappresenta a conti fatti, un mezzo suicidio commerciale. Anche perchè stiamo parlando di un action basato sul single player, quindi quasi un titolo di “nicchia”, e non di un gioco multy con casse premio, molto in voga negli ultimi tempi. Inoltre mi viene da pensare, che il gioco sia ancora in uno stadio ancora piuttosto “grezzo”. Da qui la volonta di non mostrare nulla di nuovo. :sese Se poi ci aggiungiamo la dipartita di Joe Madureira e di parte del gruppo originale dei Vigil Games, il quadro complessivo si tinge di tinte alquanto fosche.

    Anche io ho adorato i primi due, sia per il “tratto” inconfondibile dato dal disegno di Madureira, sia per la storia e per il gameplay, che prendeva pezzi da altri titoli (Castlevania, Zelda, Devil May Cry e Soul Reaver), per creare qualcosa a suo modo unico nel suo genere. Quindi, nonostate il feeling non proprio positivo verso questo terzo capitolo, spero di essere smentito, e che possa avere un ottimo successo commerciale. 😉

    6.

    Violent666
    Faccio fatica a darti torto…. :asc: Il problema del marketing da te perfettamente sottolineato, rappresenta a conti fatti, un mezzo suicidio commerciale. Anche perchè stiamo parlando di un action basato sul single player, quindi quasi un titolo di “nicchia”, e non di un gioco multy con casse premio, molto in voga negli ultimi tempi. Inoltre mi viene da pensare, che il gioco sia ancora in uno stadio ancora piuttosto “grezzo”. Da qui la volonta di non mostrare nulla di nuovo. :sese Se poi ci aggiungiamo la dipartita di Joe Madureira e di parte del gruppo originale dei Vigil Games, il quadro complessivo si tinge di tinte alquanto fosche.

    Anche io ho adorato i primi due, sia per il “tratto” inconfondibile dato dal disegno di Madureira, sia per la storia e per il gameplay, che prendeva pezzi da altri titoli (Castlevania, Zelda, Devil May Cry e Soul Reaver), per creare qualcosa a suo modo unico nel suo genere. Quindi, nonostate il feeling non proprio positivo verso questo terzo capitolo, spero di essere smentito, e che possa avere un ottimo successo commerciale. 😉

    È uscito un altro video sempre su quel di Ign che lascia intravvedere molto di più e francamente lascia sperare perchè fanno vedere qualche altro dungeon e qualche mossa avanzata.

    Resta comunque la perplesità per quanto riguarda la gestione della pubblicità: a questo punto pure Ign è piena di gente che non sa quello che fa.

    Io rimango fiducioso. Spero che il titolo abbia il successo che merita e convinca il publisher a finanziare l’ultimo capitolo della saga in cui magari torni Madureira.

    7.

    Dilust
    È uscito un altro video sempre su quel di Ign che lascia intravvedere molto di più e francamente lascia sperare perchè fanno vedere qualche altro dungeon e qualche mossa avanzata.

    Resta comunque la perplesità per quanto riguarda la gestione della pubblicità: a questo punto pure Ign è piena di gente che non sa quello che fa.

    Io rimango fiducioso. Spero che il titolo abbia il successo che merita e convinca il publisher a finanziare l’ultimo capitolo della saga in cui magari torni Madureira.

    Parli di questo per caso?

    Pur snocciolando alcune informazioni sul gioco (come l’uso della parry…. Che c’era anche nei capitoli precedenti :rolleyes:), mostra parti prese dagli unici tre filmati rilasciati nel corso dell’ultimo anno di sviluppo. Quindi niente di “nuovo” se vogliamo. 🙁

    E comunque, io di IGN, francamente mi fido pochissimo. La maggioranza di quelli che ci lavorano, secondo me, non sanno neanche di cosa si stia parlando. Spesso ho come l’impressione che scrivano le recensioni basandosi sulle prime due ore di gioco di un titolo (con difficoltà impopstata su “molto facile” :lsd). Mentre le anteprime, vengano redatte sui press kit promozionali e sulle affermazioni degli sviluppatori. :indiff:

    8.

    Violent666
    Parli di questo per caso?

    Pur snocciolando alcune informazioni sul gioco (come l’uso della parry…. Che c’era anche nei capitoli precedenti :rolleyes:), mostra parti prese dagli unici tre filmati rilasciati nel corso dell’ultimo anno di sviluppo. Quindi niente di “nuovo” se vogliamo. 🙁

    E comunque, io di IGN, francamente mi fido pochissimo. La maggioranza di quelli che ci lavorano, secondo me, non sanno neanche di cosa si stia parlando. Spesso ho come l’impressione che scrivano le recensioni basandosi sulle prime due ore di gioco di un titolo (con difficoltà impopstata su “molto facile” :lsd). Mentre le anteprime, vengano redatte sui press kit promozionali e sulle affermazioni degli sviluppatori. :indiff:

    Infatti da profano se si scrive una recensione si dovrebbe avere una conoscenza globale della saga e del titolo in questione in ogni minima sfumatura: dettagli del game play e storia in primis

    Inviato dal mio SM-A510F utilizzando Tapatalk

    9.

    Spide29
    Infatti da profano se si scrive una recensione si dovrebbe avere una conoscenza globale della saga e del titolo in questione in ogni minima sfumatura: dettagli del game play e storia in primis

    Inviato dal mio SM-A510F utilizzando Tapatalk

    Quando esistevano le riviste cartacee, c’era molta più professionalità. Quelli che scrivevano, erano tutti videogiocatori. Di conseguenza avevano un’ottima conoscenza dell’argomento che si andava a trattare. Oggi invece, il dilagare di internet, ha anche aperto le porte a persone che, pur arrotondare, si improvvisano recensori. Spesso poi, vengono interpellati blogger improvvisati e/o gli youtubers del momento. Questi individui non hanno una conoscenza reale degli argomenti trattati, spesso si basano su informazioni raccattate, a loro volta, su internet o su video visti in rete.

    Senza contare che siti “grossi” come IGN, Gamespot et similia, guadagnano sugli spazi pubblicitari che vengono aquistati dai publisher. Quindi in occasione del lancio di un particolare titolo, il publisher paga il sito per avere spazi pubblicitari liberi. Se la recensione soddisfa il publisher, allora quest’ultimo pagherà, in futuro, il sito. Ovvio che, per scongiurare l’eventualità di indispettire un publisher, il sito tenderà a promuovere un titolo il cui publisher è disposto a pagare bene gli spazi pubblicitari. :sese

    Ne va da se che, questo meccanismo, che si protrae da più di 10 anni a questa parte, tenda ad intaccare quei titoli, che non hanno un forte impianto di marketing alle loro spalle. :indiff:

    10.

    Violent666
    Quando esistevano le riviste cartacee, c’era molta più professionalità. Quelli che scrivevano, erano tutti videogiocatori. Di conseguenza avevano un’ottima conoscenza dell’argomento che si andava a trattare. Oggi invece, il dilagare di internet, ha anche aperto le porte a persone che, pur arrotondare, si improvvisano recensori. Spesso poi, vengono interpellati blogger improvvisati e/o gli youtubers del momento. Questi individui non hanno una conoscenza reale degli argomenti trattati, spesso si basano su informazioni raccattate, a loro volta, su internet o su video visti in rete.

    Senza contare che siti “grossi” come IGN, Gamespot et similia, guadagnano sugli spazi pubblicitari che vengono aquistati dai publisher. Quindi in occasione del lancio di un particolare titolo, il publisher paga il sito per avere spazi pubblicitari liberi. Se la recensione soddisfa il publisher, allora quest’ultimo pagherà, in futuro, il sito. Ovvio che, per scongiurare l’eventualità di indispettire un publisher, il sito tenderà a promuovere un titolo il cui publisher è disposto a pagare bene gli spazi pubblicitari. :sese

    Ne va da se che, questo meccanismo, che si protrae da più di 10 anni a questa parte, tenda ad intaccare quei titoli, che non hanno un forte impianto di marketing alle loro spalle. :indiff:

    Hai scritto bene e per riprendere alcune tue affermazioni l’essere superficiali è una grossa mancanza di professionalità e serietà…ma questo anche a livello personale: giustamente se scrivi una guida trofei/obiettivi sei spinto dallo staff responsabile a giocare il titolo e conoscerlo in maniera approfondita. Allo stesso modo dovrebbe essere per la recensione di un gioco in imminente uscita

    Inviato dal mio SM-A510F utilizzando Tapatalk

    11.

    Spide29
    Hai scritto bene e per riprendere alcune tue affermazioni l’essere superficiali è una grossa mancanza di professionalità e serietà…ma questo anche a livello personale: giustamente se scrivi una guida trofei/obiettivi sei spinto dallo staff responsabile a giocare il titolo e conoscerlo in maniera approfondita. Allo stesso modo dovrebbe essere per la recensione di un gioco in imminente uscita

    Inviato dal mio SM-A510F utilizzando Tapatalk

    Questo è assodato. :sese Ma nell’era di internet alla porta di tutti e dei social network, in cui, una delle poche regole valide è quella del passaparola, essere seri e professionali diventa impresa ardua. :sese

    Questo concetto si applica anche ai videogiochi: spesso nei commenti di youtube, basta che un tot di persone, inizino a parlare male di un gioco, magari basando le proprie impressioni solo sulla “recensione” del loro youtuber preferito, che quel titolo venga visto come un prodotto scadente. Spesso l’utenza salta a piè pari un’intera recensione, solo per vedere il voto dato ad un gioco. Con presupposti del genere, per molti titoli, diventa difficile emergere. :indiff:

    12.

    Violent666
    Questo è assodato. :sese Ma nell’era di internet alla porta di tutti e dei social network, in cui, una delle poche regole valide è quella del passaparola, essere seri e professionali diventa impresa ardua. :sese

    Questo concetto si applica anche ai videogiochi: spesso nei commenti di youtube, basta che un tot di persone, inizino a parlare male di un gioco, magari basando le proprie impressioni solo sulla “recensione” del loro youtuber preferito, che quel titolo venga visto come un prodotto scadente. Spesso l’utenza salta a piè pari un’intera recensione, solo per vedere il voto dato ad un gioco. Con presupposti del genere, per molti titoli, diventa difficile emergere. :indiff:

    Come darti torto? Mi verrebbe da scrivere peggio per coloro che si fanno influenzare. Però, come per i mass media, l’ideale per avere un giudizio più oggettivo possibile, è leggere e vedere più recensioni possibili

    Inviato dal mio SM-A510F utilizzando Tapatalk

    13.

    Spide29
    Come darti torto? Mi verrebbe da scrivere peggio per coloro che si fanno influenzare. Però, come per i mass media, l’ideale per avere un giudizio più oggettivo possibile, è leggere e vedere più recensioni possibili

    Inviato dal mio SM-A510F utilizzando Tapatalk

    Ascoltare quante più “campane” possibile, può essere, in generale, una buona idea. Ma bisogna sempre tenere i mente che, in qualsiasi caso, si viene sempre influenzati, a vari livelli, dal giudizio altrui. La cosidetta “idea propria”, il giudizio obiettivo, è purtroppo una chimera. Perché non esiste l’informazione imparziale (a meno che, non si parli di matematica :asd:). Fondamentalmente, per farsene una, bisogna sempre “toccare con mano”. E’ questo vale un pò per tutto. Non è mai semplice per tante ragioni, ma l’importante è, per l’appunto, evitare quanto più possibile di essere superficiali, e di cedere a determinate tendenze impostate dal pensiero comune, vigente in un dato momento. :sese Per citare Metal Gear Solid: “La verità, la tua verità, è lì fuori. Esci e valla a cercare”. Detto questo la chiudo lì, visto che stiamo andando completamente O.T. ormai. 😉

    14.

    ; io cmq lo comprerò e lo giocherò abbastanza presto; non credo al D.O. ma presto si :rolleyes:
Clicca qui per aggiungere un commento







Scritto da: Andrea "lordfener91" Dugoni

Laureato in Economia Europea, scrive News per passione e videogioca nei pochi momenti liberi. E’ un grandissimo amante della saga di Star Wars (soprattutto di tutto ciò che riguarda l'Universo Espanso) e si chiede se un giorno riuscirà mai a finire di leggere tutti gli innumerevoli romanzi usciti dagli anni ’70 ad oggi. E’ contrario allo SPPOILEEERR di qualsiasi genere… ma solamente se sono gli altri ad anticipargli le notizie. Stalkeratelo sul Twitter: @lordfener91

Nessun commento al momento.

Rispondi

Chi Siamo

CoPlaNet.it è nato con lo scopo di racchiudere una passione che ci unisce e di discuterne insieme, ossia quella dei videogiochi. Naturalmente per permettere che ciò avvenga in maniera “tranquilla” è stato necessario stilare un REGOLAMENTO da seguire. Ricordiamo che il forum di CoPlaNet.it è di libera visualizzazione nella maggiorparte delle sue aree ma necessita di una registrazione gratuita per poter essere attivo e partecipare alle discussioni.

Tweet