Earth Atlantis

Da il il Recensioni, 2 più

[RECENSIONE] EARTH ATLANTIS

UNA PERLA IN FONDO AL MARE?

Probabilmente il nome di Headup Games vi apparirà del tutto nuovo, eppure dietro a questo nome si celano alcune perle dell’industria indie come Terraria, The Binding of Isaac e Limbo per citarne alcuni. Capiamo così che gli sviluppatori tedeschi dietro a questo distopico Earth Atlantis sono tutto fuorché dei debuttanti e siamo pronti ad immergerci nelle minacciose acque del titolo. Earth Atlantis è disponibile per Nintendo Switch al modico prezzo di 14,99. Ne varrà la pena? Scopriamolo insieme.

Nell’immaginario di Earth Atlantis, i cambiamenti climatici hanno ormai distrutto il mondo così come lo conosciamo. La superficie della Terra è stata inghiottita dagli oceani e gli animali si sono letteralmente fusi con le macchine, creando dei veri e propri abomini. L’atmosfera distopica di Earth Atlantis ci viene restituita sapientemente dai ragazzi di Headup Games attraverso un design che mischia elementi steampunk ad uno stile grafico che sembra uscito da uno schizzo di un celebre pittore, con un bianco e nero su sfondo seppia. La resa visiva restituita non può che stupire il giocatore.

In Earth Atlantis, il nostro obiettivo sarà quello di rimediare ad un ecosistema ormai compromesso, eliminando dai fondali degli oceani le creature più pericolose. Per adempiere al nostro compito, saremo chiamati a comandare un sottomarino e ad esplorare un mondo pieno di resti e detriti della civiltà umana, ormai decaduta.

Come spesso succede con i titoli di Headup Games, i controlli saranno decisamente l’affare più semplice con cui avremo a che fare. E anzi, avremmo preferito in questo senso, una maggiore profondità. Ci sposteremo, cambieremo direzione e, infine, spareremo, in quel che possiamo catalogare come uno shoot’em up con elementi roguelike. Per tutto l’arco dell’avventura, il gameplay lascia il fianco scoperto ad una certa monotonia, in parte rimediata da due elementi. Da un lato, la differenziazione delle creature che avremo di fronte che ci costringeranno ad adottare una strategia sempre differente. Dall’altro l’utilizzo dei power ups, ottenibili dai cadaveri dei nostri nemici, che, in pieno stile Metal Slug per intenderci, varieranno o, semplicemente, potenzieranno le nostre bocche da fuoco.

Un altro punto di forza della produzione è sicuramente la vastità della mappa di gioco con diverse sezioni che saranno accessibili solamente dopo l’eliminazione di determinate creature. La mappa di gioco esplorabile è comunque una sola e starà a noi decidere come esplorarla. I mostri marini potranno quindi essere affrontati nell’ordine che riterremo più opportuno, in virtù anche del progressivo potenziamento del nostro sottomarino. Incaponirsi in battaglie dove il nostro equipaggiamento risulterà inadatto è del tutto sconsigliato.

La difficoltà del gioco, oltretutto, è sicuramente sbilanciata (volutamente) a favore dei nostri nemici. Il fattore complessità è restituito soprattutto dalla quantità dei nemici che nelle varie sezioni saremo costretti a fronteggiare in virtù di un respawn continuo ed incessante. Eccovi servita la componente roguelike di Earth Atlantis. Neppure in modalità facile completare la campagna sarà un’impresa da prendere sottogamba.
Oltre l’avventura principale, il titolo offre anche la modalità caccia. In questa, saremo chiamati ad affrontare, in sequenza, i mostri marini della modalità storia e ad eliminarli nel minor tempo possibile

Tra i (pochi) difetti riscontrati, devo segnalare una certa confusione nella realizzazione dei fondali. Spesso saremo convinti di essere arrivati al capolinea di una determinata sezione, quando invece potremo passare dietro alcuni detriti e continuare il nostro percorso. Un problema facilmente aggirabile, ma comunque fastidioso.

Da queste righe, sembra uscirne un titolo di indubbio valore che, tuttavia, riduce la sua offerta ludica a quanto appena descritto. Se riuscirete ad innamorarvi delle sue semplici, ma immediata meccaniche e del suo stile inconfondibile, sarete pienamente soddisfatti del vostro acquisto e potrete passare almeno una decina di ore in compagnia del titolo. Earth Atlantis è un validissimo indie, capace di creare assuefazione sul giocatore, ben strutturato e con un design ispiratissimo. Insomma, l’acquisto è caldamente consigliato.

Il Buono

  • Immediato, frenetico e spassoso
  • Piacevole atmosfera steampunk

Il Cattivo

  • Il fondale crea spesso finti vicoli ciechi
  • L'offerta ludica è molto ridotta
  • Poteva essere introdotto qualche elemento di personalizzazione in più
7.5

Scritto da: Davide Andreetto

Cresciuto a pane e videogiochi. E’ estremamente convinto che lo scopo della vita sia sbloccare quanti più obiettivi possibili. Inizia la sua carriera videoludica su PS1 tra Crash, Spyro e Dino Crisis per poi lasciarsi incantare dalla magia di Halo su Xbox. Ama lo Split-Screen. Fautore del movimento “La grafica non fa il gioco”.

Nessun commento al momento.

Rispondi

Chi Siamo

CoPlaNet.it è nato con lo scopo di racchiudere una passione che ci unisce e di discuterne insieme, ossia quella dei videogiochi. Naturalmente per permettere che ciò avvenga in maniera “tranquilla” è stato necessario stilare un REGOLAMENTO da seguire. Ricordiamo che il forum di CoPlaNet.it è di libera visualizzazione nella maggiorparte delle sue aree ma necessita di una registrazione gratuita per poter essere attivo e partecipare alle discussioni.

Tweet