Surf World Series

Da il il Recensioni, 4 più

[RECENSIONE] Surf World Series

Credo che ci siano pochi dubbi sul fatto che, tra tutti gli sport che prevedono l’utilizzo di una tavola, il surf sia quello che ha ricevuto meno attenzioni dal mondo videoludico. Vuoi che si tratti del suo appeal limitato alle zone in cui il mare e le onde lo permettono, vuoi che la sua mancanza di varietà mal si presta a un videogioco, sono davvero pochi i programmatori che dalla nascita dell’industria hanno provato a trasportare l’emozione del cavalcare un’onda dal mare al divano. Surf World Series, il primo titolo del genere dopo anni di vuoto, tenta di cambiare le carte in tavola, tentando di offrire qualcosa di nuovo con il supporto di un motore ormai colladautissimo quale l’Unreal Engine 4. Un successo?

SFS sembra fatto apposta per coloro che di surf non ne hanno mai neppure sentito parlare, prendendovi subito per mano e spiegandovi le basi in quello che è un tutorial ben realizzato e per nulla noioso. Decisamente il modo giusto per un qualcosa che non ha veri e propri termini di paragone. D’altra parte se nello snowboard la gravità vi spinge in avanti e se nello skateboard potete far uso libero delle vostre gambe per accelerare, il surf vi vedrà in balia delle onde… letteralmente.

Prima di iniziare a muovervi dovrete acchiappare l’onda giusta, tenendo premuto il tasto X per nuotarvici contro e rilasciarlo per alzarvi e iniziare la vostra cavalcata in equilibrio sulla tavola. Fatto ciò i movimenti saranno affidati all’analogico sinistro mentre le varie rotazioni e acrobazie andranno effettuate tramite tasti frontali e dorsali. Queste ultime andranno effettuate stesso in aria (utilizzando l’onda come rampa) oppure caricandole prima, offrendo diverse opzioni. Effettuandone diverse di seguito sarà possibile aumentare il moltiplicatore di punteggio. Nulla di alieno, insomma, se paragonato ai suoi fratelli.

Surf World Series sfrutta il potere dell’UE4 per creare ottimi scenari tra le acque di America, Australia, Brasile, Portogallo e Sudafrica. Il risultato è ottimo per un titolo a basso budget, elemento tradito unicamente dai modelli poligonali, semplicemente mediocri.

Fortunatamente sarete impegnati per la maggior parte del tempo a guardare la vostra tavola e le onde per accorgervene.

Il single player prevedere 45 livelli a difficoltà crescente in una manciata di discipline diverse. Tutti inizieranno con la scelta di un’onda e ogni livello avrà onde diverse, riconoscibili dai diversi simboli che le fluttueranno sopra. Una volta scelta la vostra sarete pronti a cavalcarla e tentare di raggiungere l’obiettivo deciso all’inizio. Vi capiterà spesso di cadere (un’esperienza molto meno dolorosa della caduta da skateboard) ma fortunatamente il titolo è fornito di un sistema id restart veloce ed efficace.

In aggiunta ai livelli in singolo, Surf World Serie offre alcune modalità multiplayer per mettervi in competizione con i vostri amici o sconosciuti. Purtroppo al momento della recensione non è stato possibile riuscire a connettersi con nessuno e valutare questa componente del gioco.

Surf World Series riesce nel rendere uno sport di nicchia come il surf un’esperienza apprezzabile dai più. L’ottima grafica e i controlli semplici ed efficaci lo rendono un buon acquisto per chi è alla ricerca di un qualcosa di diverso con cui passare qualche ora, ma per la sua natura il risultato finisce per essere monotono dopo poche ore. Da prendere in considerazione se siete alla ricerca di un passatempo leggero per fare una pausa tra titoli più “pesanti”.

Recensione a cura di Sacha “Omeganex999” Morgese

COMMENTI
Clicca qui per aggiungere un commento




Il Buono

  • Ottima realizzazione tecnica
  • Realizzazione delle acrobazie interessante

Il Cattivo

  • Modelli poligonali mediocri
  • Monotono se giocato a lungo
7

Scritto da: Gerolamo "Pintur" Grosso

Nessun commento al momento.

Rispondi

Chi Siamo

CoPlaNet.it è nato con lo scopo di racchiudere una passione che ci unisce e di discuterne insieme, ossia quella dei videogiochi. Naturalmente per permettere che ciò avvenga in maniera “tranquilla” è stato necessario stilare un REGOLAMENTO da seguire. Ricordiamo che il forum di CoPlaNet.it è di libera visualizzazione nella maggiorparte delle sue aree ma necessita di una registrazione gratuita per poter essere attivo e partecipare alle discussioni.

Tweet