[RECENSIONE] Gran Turismo 6

gt6-anniversary
8.5 Voto Finale
C. Tecnico: 8.5/10
Giocabilità: 8/10
Longevità: 9/10

BELLO COME: Gran Turismo 5

Open

L'automobilismo secondo Kazunori Yamauchi
Gran Turismo 6 GT6
Quando le passioni per l’automobilismo e i videogiochi si fondono in un unico elemento non possiamo non pensare a Gran Turismo. Poliphony Digital si è sempre contraddistinta per la cura maniacale con la quale confeziona i suoi prodotti, e il suo leader Kazunori Yamauchi è uno di quei personaggi che da tempo ha ormai capito come prendere per la gola gli appassionati delle quattro ruote…
8.5 / 10 stars

Gran-Turismo-6L’automobilismo secondo Kazunori Yamauchi

Quando le passioni per l’automobilismo e i videogiochi si fondono in un unico elemento non possiamo non pensare a Gran Turismo. Poliphony Digital si è sempre contraddistinta per la cura maniacale con la quale confeziona i suoi prodotti, e il suo leader Kazunori Yamauchi è uno di quei personaggi che da tempo ha ormai capito come prendere per la gola gli appassionati delle quattro ruote. L’automobilismo non è solo prendere parte a gare su piste o percorsi cittadini, l’automobilismo è una passione, è curiosità e amore per una o più case produttrici, è una continua ricerca della perfezione sia estetica sia sotto il cofano, è sperimentazione. Tutti questi elementi, quando vengono miscelati e memorizzati su disco, prendono il nome di Gran Turismo, un nome che ormai agli occhi di tutti gli appassionati di automobilismo è garanzia di qualità eccelsa. Dopo circa 3 anni dall’uscita del precedente capitolo, proveniente da una gestazione abbastanza complicata e perfezionato col tempo grazie ai fix di corpose patch, arriva in maniera puntuale Gran Turismo 6, in un contesto storico inedito per la saga, vista la già presente PS4 sul mercato e con il suo più rinomato concorrente sulla nuova Xbox. Nessuna battaglia next gen quindi, se ne parlerà in futuro.

gt6-bmwm4

I giocatori di GT6 saranno fra i primi al mondo a scoprire le delizie della BMW M4 Coupé, seppure in forma virtuale, prima che l’auto venga commercializzata nel corso del 2014.

Come da tradizione, il nuovo Gran Turismo ci viene presentato con un bellissimo filmato introduttivo, al termine del quale verremo catapultati nel menu principale, o se preferite la nostra casa. La modalità regina è come sempre la carriera, che ci permette di prendere parte alle numerose tipologie di gare presenti nel pacchetto mastodontico offerto da GT6. Sono presenti diversi step, con gare ed eventi di difficoltà crescente che vengono sbloccati grazie all’ottenimento di nuove patenti; l’inizio del gioco è quindi molto soft, si parte dalla semplice coppa debuttante per passare poi a competizioni che richiedono auto particolari, gare su percorsi sterrati o gare con i kart. Una volta ottenuto un numero sufficiente di stelle, elargite in base alla posizione che guadagnerete in una gara, avrete accesso alla successiva patente ed eventi collegati; in GT6 non sarà quindi obbligatorio completare tutte le gare per passare ad un grado superiore, potrete prendere parte a tutte le competizioni una volta che guadagnerete nuove auto oppure abbastanza crediti per comprare la quattro ruote che vi occorre. I crediti verranno assegnati senza troppi complimenti nelle gare più impegnative oppure negli eventi speciali che periodicamente Poliphony rilascerà; vi basti sapere quindi che le tanto criticate microtransazioni di crediti risulteranno praticamente inutili (e per fortuna…). A chiudere il cerchio, oltre alle modalità online e arcade che non necessitano di presentazioni, troviamo eventi particolari come la sfida Red Bull, gare di velocità con auto d’epoca o auto speciali, una bizzarra prova a tempo a bordo di un veicolo lunare e mini-giochi denominati pausa caffè, con il solo scopo di spezzare il clima competitivo che si viene a creare tra un campionato e l’altro. Tutto questo ben di Dio sarà godibile attraverso le 37 locations con un centinaio di tracciati e con un parco auto di 1200 modelli, davvero niente male.

gt6-kart

I kart hanno sempre il loro fascino…

GT6 riprende in larga parte il sistema di guida visto nel precedente capitolo dopo le patch, ma non si limita solo a questo: infatti vi sono elementi quali la nuova gestione delle sospensioni e degli pneumatici che contribuiscono a rendere più veritiero le dinamiche di aderenza al tracciato; inoltre il peso delle varie auto influenza la reazione del mezzo durante la gara, in prossimità di una curva o nei saliscendi, nelle frenate e nelle accelerazioni, soprattutto quando affrontiamo dei percorsi nei quali sono presenti cambiamenti climatici, che costituiscono oltretutto una delle novità di GT6 insieme al ciclo giorno-notte. Si tratta di finezze, e come tali non sono tangibili se tutti gli aiuti del gioco vengono tenuti abilitati. Ma una volta che gli aiuti vengono rimossi il titolo è in grado di regalare soddisfazioni, soprattutto se giocate con il volante, un accessorio fondamentale per godersi a pieno un titolo come Gran Turismo 6. Grazie a tutto questo quindi, Poliphony da la possibilità di avvicinarsi al gioco anche a chi è meno esperto nei titoli di guida, dato che GT6 con tutti gli aiuti inseriti si rivela un gioco non troppo complicato nelle prime fasi. Nonostante il sistema di guida risulti più realistico, anche questo nuovo GT presenta alcuni aspetti, o difetti, tipici della serie, come un IA non sempre calibrata o il famoso “effetto trenino” che fa apparire le gare un po’ noiose. C’è da dire che nelle competizioni più avanzate tutto ciò si nota meno, ma è innegabile che vedere avversari che di rado tentano un sorpasso sia piuttosto disarmante, così come vedere file di macchine che seguono sempre perfettamente i binari imposti dagli sviluppatori. Stessa situazione dicasi per il sistema di danni e collisioni con le altre auto: è vero che in una simulazione di guida non ci si dovrebbe schiantare a 200 km orari contro un muretto e ammirare le ammaccature riportate alla carrozzeria, ma non riportare danni significativi meccanici in una gara, così come usare le altre auto come appoggio per facilitare le curve regalando un effetto ping-pong, tende a minare un po’ l’esperienza realistica che il “the real driving simulator” dovrebbe offrire.

gt6-fit

La Fit RS sarà la prima di una lunga serie di auto che possiederete. Che la vostra carriera abbia inizio!

Dal punto di vista grafico GT6 macina PlayStation 3, girando con una risoluzione di 1080p e 60fps, purtroppo non sempre stabili. Il frame rate subisce alti e bassi in determinati tracciati, e i cali più vistosi si notano soprattutto con l’inquadratura interna. I modelli esteriori delle auto sono eccezionali, curate nel minimo dettaglio e risultano più pulite che in GT5, visto l’utilizzo di alcuni filtri che tendono a rendere più morbide le carrozzerie. Stessa cosa non si può dire tuttavia degli interni, con qualità che varia da modello a modello: alcune auto sono riprodotte fedelmente mentre altre sembrano non essere state calcolate minimamente. Anche per quanto concerne i circuiti il discorso è il medesimo, alcuni tracciati sono davvero ben curati anche nei minimi dettagli, altri invece collassano se paragonati all’estetica dell’auto. Sono anche presenti effetti di tearing e alcune ombre sono realizzate in maniera grossolana; ottimi invece gli effetti di luce. Il comparto sonoro di GT6 vanta una buona di scelta brani, ma i rumori delle auto hanno subito lo stesso trattamento del comparto grafico: la qualità varia da modello a modello più stiloso, si alternano vetture che restituiscono un suono fedele, pulito e tridimensionale a vetture che generano rumori abbastanza piatti e sotto tono.

gt6-interni

La realizzazione interna di molte auto è stupefacente. Giudicate voi stessi…

Come detto in apertura, l’automobilismo è passione, e anche Gran Turismo 6 lo è. Il titolo non offre solo gare, ma si tratta di una vera e propria enciclopedia multimediale dell’automobile. Quando non è intento a correre, il giocatore investe il suo tempo nelle concessionarie, alla ricerca sia di una nuova auto da comprare ma anche di informazioni. Ogni auto viene raccontata nella sua storia e mostrata nelle sue caratteristiche tecniche: tutto questo è un aspetto di primaria importanza per chi gioca a GT, e la passione di Yamauchi è stata trasmessa in maniera cristallina. Gran Turismo è un gioco per appassionati di automobili più che di corse in sé, e questo traspare dal numero di dati che il giocatore trova nelle concessionarie, nella quantità di elaborazioni che può effettuare al motore delle auto, ai dettagli della carrozzeria, delle marce, sospensioni, freni e di tutte le componenti meccaniche che risiedono sotto il cofano. Probabilmente il motivo per cui permangono i difetti storici della serie è proprio questo, l’utente di GT è alla ricerca della perfezione per la sua automobile più che per l’esito di una gara magari perfetta. Il titolo Poliphony trasuda eleganza in ogni sua componente, anche nella nuova GT Vision che di fatto non è una modalità di gioco ma un palcoscenico dove le più importanti case automobilistiche rilasceranno col tempo video, immagini, bozzetti e dettagli dei loro pezzi forti. In definitiva, Gran Turismo 6 è una versione del suo predecessore migliorata ma che ancora tende, e probabilmente tenderà sempre, ad essere un titolo non adatto realmente a tutti i palati. Chi si vuole divertire correndo senza troppi pensieri dovrebbe rivolgere la propria attenzione su titoli più improntati all’arcade; chi invece vive di pane e motori troverà in GT6 un titolo mastodontico che regalerà ore e ore di divertimento grazie anche al supporto che Poliphony garantirà con il tempo al proprio prodotto.

  • 1200 auto e molti tracciati
  • Tantissime gare disponibili
  • Gameplay leggermente migliorato

  • Frame rate non stabile
  • IA e sistema di danni non ancora convincenti

List Price: EUR 39,99
Current Price: EUR 19,90
Buy Now
Price Disclaimer


COMMENTI
  1. 3.

    ho preso il gioco qualche giorno fa e sto andando avanti con le prove e con le patenti

    Migliorie rispetto al precedente ci sono indubbiamente, ma si porta dietro i soliti difetti. sistema di collisioni carente, danni alle auto inesistente( strano perchè ricordo che una pacth su GT5 li aveva messi) parco macchine vario ma troppo caratterizzato da modelli giapponesi che variano per un non nulla.

    inoltre trovo assurdo ancora la concezione arcaica delle penalizzazioni durante le prove a tempo. ancora capisco nelle prove delle patenti una penalizzazione severa per un cordolo aggredito con troppa foga, ma nelle altre prove non lo capisco proprio. possibile che il sistema non riesce a comprendere se da una certa traiettoria si ha un reale guadagno illecito? o che non capisca che una leggera toccata al muro non è un tentativo di rallentare la macchina per tenere la traiettoria migliore, ma solo un imprecisione della guida??

    la cosa che però mi manda in bestia è la presenza di una macchina che non è ne reale e nemmeno una concept car… odio la red bull e la presenza in un gioco che si spaccia per il più realistico simulatore di guida è una presa per i fondelli…

    gran bel gioco in conclusione, ma ha sempre le solite pecche

    4.

    Recensione a dir poco stupenda, lo possiedo da pochi giorni quindi saprò valutare a fondo fra qualche tempo :) Comunque complimenti :clap:
    5.

    altair_74
    ho preso il gioco qualche giorno fa e sto andando avanti con le prove e con le patenti

    Migliorie rispetto al precedente ci sono indubbiamente, ma si porta dietro i soliti difetti. sistema di collisioni carente, danni alle auto inesistente( strano perchè ricordo che una pacth su GT5 li aveva messi) parco macchine vario ma troppo caratterizzato da modelli giapponesi che variano per un non nulla.

    inoltre trovo assurdo ancora la concezione arcaica delle penalizzazioni durante le prove a tempo. ancora capisco nelle prove delle patenti una penalizzazione severa per un cordolo aggredito con troppa foga, ma nelle altre prove non lo capisco proprio. possibile che il sistema non riesce a comprendere se da una certa traiettoria si ha un reale guadagno illecito? o che non capisca che una leggera toccata al muro non è un tentativo di rallentare la macchina per tenere la traiettoria migliore, ma solo un imprecisione della guida??

    la cosa che però mi manda in bestia è la presenza di una macchina che non è ne reale e nemmeno una concept car… odio la red bull e la presenza in un gioco che si spaccia per il più realistico simulatore di guida è una presa per i fondelli…

    gran bel gioco in conclusione, ma ha sempre le solite pecche

    Sulla Red Bull non ti saprei dire, probabilmente visto il successo che sta avendo ha pensato bene di pubblicizzarsi ulteriormente in GT :asd:

    Io una cosa che mi sono scordato di scrivere, tra quelle che ancora non concepisco, è la mancanza di una griglia di partenza ad esempio…

    6.

    OminoGiallo
    Sulla Red Bull non ti saprei dire, probabilmente visto il successo che sta avendo ha pensato bene di pubblicizzarsi ulteriormente in GT :asd:

    Io una cosa che mi sono scordato di scrivere, tra quelle che ancora non concepisco, è la mancanza di una griglia di partenza ad esempio…

    Vuoi dire che ci sono solo gare con partenza “sprint”? Non ci credo, almeno come per il vecchio GT4 (se non erro) si potevano fare le qualifiche per stabilire chi partiva primo. (o me lo son sognato, boh)

    7.

    Demoniun
    Vuoi dire che ci sono solo gare con partenza “sprint”? Non ci credo, almeno come per il vecchio GT4 (se non erro) si potevano fare le qualifiche per stabilire chi partiva primo. (o me lo son sognato, boh)

    Come gare io per ora le ho trovate solo così… c’è da dire che non le ho provate tutte altrimenti non avrei più recensito il gioco, però la partenza sprint l’ho sempre trovata. Ovviamente in alcuni eventi speciali, tipo quelli a Goodwood High Climb, parti da fermo :asd:

    8.

    Ho avuto modo di provare il gioco e leggere la rece. Per una volta S…concordo (se pó di vero?:asd:) con quanto scritto.

    L’ho inserito addirittura nei flop quest’anno:canad: Questo GT mi ha proprio deluso, e lo dico da appassionato della serie, purtroppo secondo ne hanno peccato in un pó di cose, o lo hanno reso troppo simile al predecessore, cioè mi aspettavo molte più migliorie, forse sono io esigente, ma comparato col 5 ha davvero poche cose che lo contraddistinguono. Il 5 mi è piaciuto e tanto, ma questo forse mi ero creato troppe aspettative e son rimasto deluso.

    OminoGiallo
    Sulla Red Bull non ti saprei dire, probabilmente visto il successo che sta avendo ha pensato bene di pubblicizzarsi ulteriormente in GT :asd:

    Io una cosa che mi sono scordato di scrivere, tra quelle che ancora non concepisco, è la mancanza di una griglia di partenza ad esempio…

    Quella è ormai la caratteristica di GT, ovvero le partenze in corsa. Solo con i kart si parte da fermo, e in qualche evento speciale;)

    Sent from the space using the All Spark

    9.

    @rikierta mi trovo perfettamente d’accordo con te in tutto e per tutto….ho giocato alla serie GT sin dal primo capitolo e ogni volta si sono sempre migliorati ma questa volta no….hanno aggiunto qualche pista e qualche automobilina in più e poi…..il nulla…..forse mi sono creato troppe aspettative e la colpa e’ solo mia….ma mi sta deludendo parecchio mi ricorda troppo il vecchio TT e non è un bene…concordo con chi lamenta la mancanza di qualifiche e la partenza in griglia, è veramente triste leggere “the real driving simulator” e poi dover partire inesorabilmente sempre a fondo schieramento e dover rincorrere il primo posto…..ma quale campionato funziona così???Solo la Nascar non parte in griglia, ma le qualifiche ci sono eccome…..

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO

  • Facebook
  • Twitter
Autore: Max "OminoGiallo" Andreon Visualizza tutti i post di
Giallo di nome ma non (più) di chioma, è un individuo atipico se confrontato ai suoi simili. Preferisce di gran lunga un joypad usurato ad una quattroruote super-sportiva. Una persona che ha bisogno dei suoi spazi intimi giornalieri con la console. La preferita? La giapponese, sia per il gaming che per il gentilsesso. Ringrazia N per averlo svezzato ludicamente, a pane e Mario-Tetris.

Aggiungi un Commento

Devi essere connesso per lasciare un commento.

UA-2526809-1