Xbox Cloud Gaming – 16 giochi Xbox 360 e Xbox sono disponibili ora

Xbox ha annunciato che, a partire da oggi, i membri di Xbox Game Pass Ultimate di 22 paesi, Italia inclusa, potranno giocare a 16 titoli per la prima Xbox e Xbox 360 via cloud, su smartphone e tablet Android, con il futuro arrivo di ulteriori giochi.

Gli iscritti all’abbonamento Xbox Game Pass Ultimate potranno dunque accedere a una selezione di titoli sui dispositivi mobile, dai giochi per la prima Xbox come Elder Scrolls III: Morrowind, ai successi per Xbox 360 come Banjo-Kazooie, Fable II e Fallout: New Vegas. Inoltre, verranno aggiunti comandi touch per titoli come Jetpac RefuelledViva Pinata e Viva Pinata TIP, per agevolare il giocatore senza l’ausilio di un controller. Includere questi titoli all’interno del cloud rappresenta un ulteriore passo avanti compiuto da Xbox per preservare la storia del gaming.

Per maggiori dettagli sulla news, è possibile consultare il Blog Post dedicato su Xbox Wire.

In più, a questo link è disponibile la recente intervista a Craig Duncan, Studio Head di Rare, sul significato dell’arrivo di giochi come Banjo-Kazooie sul cloud.

Scritto da: Andrea "lordfener91" Dugoni

Laureato in Economia Europea, scrive News per passione e videogioca nei pochi momenti liberi. E’ un grandissimo amante della saga di Star Wars (soprattutto di tutto ciò che riguarda l'Universo Espanso) e si chiede se un giorno riuscirà mai a finire di leggere tutti gli innumerevoli romanzi e fumetti usciti dagli anni ’70 ad oggi. Stalkeratelo sul Twitter: @lordfener91

Nessun commento al momento.

Rispondi

Chi Siamo

CoPlaNet.it è nato con lo scopo di racchiudere una passione che ci unisce e di discuterne insieme, ossia quella dei videogiochi. Naturalmente per permettere che ciò avvenga in maniera “tranquilla” è stato necessario stilare un REGOLAMENTO da seguire. Ricordiamo che il forum di CoPlaNet.it è di libera visualizzazione nella maggiorparte delle sue aree ma necessita di una registrazione gratuita per poter essere attivo e partecipare alle discussioni.

Tweet