Starfield (la nuova IP sci-fi next gen di Bethesda) sta avendo problemi di sviluppo | RUMOR

La seguente notizia deve essere presa con le pinze in quanto la fonte non è molto attendibile, ma pare che Starfield, la nuova ip di Bethesda a tema sci-fi in uscita per console next gen, stia avendo problemi di sviluppo.

Un utente ha infatti postato su 4chan quanto segue:

  • Il flop di Fallout 76 ha destabilizzato la software house e ne stanno risentendo anche gli altri progetti in sviluppo
  • Lo sviluppo di Starfield è in un loop continuo: il team ha provato più volte a rimediare, ma i lavori sono ricominciati da capo più volte
  • L’engine (il solito dei giochi Bethesda, il Creation Engine) è un problema enorme
  • I combattimenti spaziali non funzionano
  • La storia è già stata riscritta due volte
  • Al momento non ci sono director e non è chiaro chi stia guidando il team
  • Il CEO di Bethesda – Robert A. Altman – viene descritto come un “criminale” in quanto è intenzionato a monetizzare il più possibile e in qualunque modo a discapito del game design.




Scritto da: Andrea "lordfener91" Dugoni

Laureato in Economia Europea, scrive News per passione e videogioca nei pochi momenti liberi. E’ un grandissimo amante della saga di Star Wars (soprattutto di tutto ciò che riguarda l'Universo Espanso) e si chiede se un giorno riuscirà mai a finire di leggere tutti gli innumerevoli romanzi usciti dagli anni ’70 ad oggi. E’ contrario allo SPPOILEEERR di qualsiasi genere… ma solamente se sono gli altri ad anticipargli le notizie. Stalkeratelo sul Twitter: @lordfener91

Nessun commento al momento.

Rispondi

Chi Siamo

CoPlaNet.it è nato con lo scopo di racchiudere una passione che ci unisce e di discuterne insieme, ossia quella dei videogiochi. Naturalmente per permettere che ciò avvenga in maniera “tranquilla” è stato necessario stilare un REGOLAMENTO da seguire. Ricordiamo che il forum di CoPlaNet.it è di libera visualizzazione nella maggiorparte delle sue aree ma necessita di una registrazione gratuita per poter essere attivo e partecipare alle discussioni.

Tweet