PDA

Visualizza Versione Completa : [Recensione PS3] Socom Navy SEALs: Confrontation



Omeganex9999
04-05-2009, 16:49
Copritemi le spalle mentre li aggiro...



http://www.coplanet.it/forum/automark/upload_img/SOCOM_Con_Logo_FINAL.1.jpg



Il Trailer



41757


[Scheda del Gioco] (http://www.coplanet.it/forum/topic-ufficiali-dei-giochi-ps3/9898-socom-confrontation.html)



Prologo


Oggi è quantomeno scontato che un gioco abbia una qualche modalità online. Tutte le serie, anche quelle che non avevano mai avuto una componente multiplayer, si avviano ad includere modalità che permettano ai giocatori di ogni dove di interagire tra loro.

Ma la cosa era ben diversa agli inizi della generazione passata dove, escluso il pc, il supporto all'online era quasi nullo. Nel 2002 la prima XBOX muoveva i primi passi con il Live, il Gamecube faceva una piccola incursione con Phantasy Star Online e la PS2 iniziava a cacciare i primi giochi con supporto server dei third party. Ed è proprio in quel periodo che entrò in scena Socom: Navy SEALs, il primo grande gioco online per PS2, che permetteva sfide tattiche in terza persona con la possibilità di comunicare grazie al bundle con auricolare della confezione, oltre ad una lunga campagna offline in cui poter dimostrare le vostre capacità di caposquadra.

Dopo tre capitoli per PS2 e tre per PSP, Socom è riuscito a crearsi una bella fetta di appassionati e approda oggi nella (non più) next-gen con un capitolo spoglio di qualunque parte single player, venduto a prezzo budget dal PSN o in BD con l'headset ufficiale bluetooth Sony. Ma è stata una mossa saggia per i ragazzi della Slant Six Games immettere un gioco online only in un panorama così saturo di contendenti? Ed i terribili bug dell'uscita in America che hanno separato l'Europa dal gioco per diversi mesi sono stati risolti?



http://www.coplanet.it/forum/automark/upload_img/SOCOM1.jpg


Un inizio traumatico


Una volta inserito il disco di Socom: Confrontation vi accorgerete dell'esistenza di due icone disco, una per l'avvio ed un'altra per l'installazione obbligatoria del titolo. Come altri giochi per PSN usciti anche su BD, il gioco installerà completamente il titolo su HDD (in questo caso, quasi 3 GB di dati) e ci vorrà una discreta quantità di tempo prima di poter giocare al titolo, anche in virtù del fatto che ci saranno degli update da fare.

Oltre alla lunga attesa iniziale, sarete spiazzati dalla totale assenza di una modalità allenamento, di una guida o di una qualunque possibilità di gioco offline contro bot. Questo non solo da' una impressione di approssimativo, ma crea problemi a chi per la prima volta si avvicina allo sparatutto in prima persona dei Navy SEALs, in quanto l'unico modo per capire il gioco è entrare in battaglia con altri giocatori e venire uccisi più volte prima di poter agire in modo soddisfacente.

Le scelte che vi si pareranno davanti nel menù iniziale saranno abbastanza classiche, e comprenderanno le opzioni per il quick match, per la scelta della stanza e della partita, per la gestione del personaggio, per le gestioni della community e per le impostazioni.

Se solitamente la prima cosa da fare in una situazione simile è provare il gioco con mano, nel caso di Socom è forse meglio passare prima per l'armeria.



http://www.coplanet.it/forum/automark/upload_img/SOCOM2.jpg



Scelte tattiche


In Socom avrete a che fare con due fazioni, i Commando ed i Mercenari, in base ai quali lo scopo delle missioni varierà leggermente e potrete personalizzare un vostro alter ego per ognuna delle due parti.

Una volta messo piede nell'armeria, dovrete innanzitutto scegliere quale personaggio modificare, dopodichè passerete alla personalizzazione fisica e dell'equipaggiamento del soldato. Le opzioni disponibili saranno molte, ed andranno dalla scelta della faccia ai colori della mimetica per le diverse occasioni (città, deserto e notte). Ovviamente oltre le personalizzazioni estetiche ci saranno la scelta dell'armamentario e delle protezioni, che combinate forniranno le statistiche del vostro personaggio.

Potrete scegliere armi e protezioni leggere per muovervi in modo più furtivo se preferite seguire l'azione da lontano (come i cecchini), o munirvi di potenza di fuoco tale da irrompere nelle prime linee nemiche. La scelta sarà molto importante e dovrete tentare di adattare il tutto al vostro stile di gioco per avere successo nelle partite di Socom.

Infatti il gioco, per chi dovesse per la prima volta avvicinarsi al TPS Sony, si fregia di una grande tatticità, dove una squadra ben preparata può mettere in seria difficoltà un manipolo di sprovveduti e dove la comunicazione è decisamente importante per organizzarsi.



http://www.coplanet.it/forum/automark/upload_img/SOCOM3.jpg



Sul campo di battaglia

Una volta che avrete fatto tutte le vostre scelte, potrete scegliere se buttarvi in una partita veloce (dove il matchmaking sarà fatto in base alle vostre abilità) o se scegliere un canale ed una stanza. Notevole la scelta di dividere i canali in base alla lingua; entrando nella stanza italiana infatti potrete trovare moltissime persone che giocano al gioco utilizzando l'auricolare, segno che la mossa Sony di includere il gioco in bundle con l'official headset sta' dando i suoi frutti.

Le diverse modalità di cui il gioco dispone sono alquanto classiche e nella maggior parte di loro la vostra morte significherà che tornerete a giocare soltanto nel prossimo turno. Come nei precedenti capitoli infatti, gran parte della tatticità e del realismo del titolo vengono fuori proprio da questa scelta, che vi obbligherà ad approcciare al nemico tenendo conto che non ci sarà una seconda possibilità in quel round.

Le modalità a cui potrete prender parte sono "Breccia" nella quale avrete un tempo limite per distruggere o proteggere un obiettivo a seconda della squadra a cui appartenete. "Controllo" è un alquanto classico cattura la base, nel quale dovrete prendere possesso di determinate zone. In "Scorta" ci saranno dei VIP da proteggere (nel caso dei commando) o da uccidere (per i mercenari). Stesso discorso per estrazione, dove però i VIP andranno prima liberati dalle grinfie dei mercenari (o difesi da questi ultimi).

In "Demolizione" bisognerà prendere una bomba e piazzarla in un determinato punto strategico mentre "Soppressione" ed "Eliminazione", sono i classici team deathmatch, con la differenza che il primo permette di utilizzare il respawn (Vince chi totalizza il numero maggiore di morti). Ovviamente la vittoria e la sconfitta saranno determinate anche nel caso in cui tutta la vostra squadra dovesse essere fatta fuori.

Preso in mano il pad ed entrati in azione, troverete senz'altro familiari i controlli se venite da qualche capitolo precedente, altrimenti potreste restare un po' spiazzati inizialmente, ma nulla di terribilmente complicato vi si parerà davanti. Le azioni che il vostro soldato potrà eseguire saranno classiche: Vi muoverete con la levetta sinistra, mirerete con la destra, sparerete con R1, potrete zoomare premendo la freccia direzionale in alto, salterete con quadrato, sceglierete le armi col cerchio, eseguirete le azioni col tasto X, correrete (senza poter sparare) con R2, vi accuccerete/stenderete col triangolo, parlerete con L2, ricaricherete con R3 e potrete usare attacchi ravvicinati con L3. I comandi del gioco si comportano bene in definitiva, ma c'è comunque la possibilità di cambiarli in base alle proprie preferenze. C'è poi la interessante opzione per attivare i sensori di movimento ed utilizzarli per sporgervi da dietro gli angoli dove il vostro personaggio si riparerà automaticamente, cosa che purtroppo non riesce a supplire pienamente alla mancanza di un sistema di copertura e fa apparire il titolo Slant Six un po' arretrato rispetto ai suoi diretti contendenti.

Le partite a Confrontation si svolgeranno solitamente in pochi minuti, in varianti 4 vs 4, 8 vs 8 e 16 vs 16 (le mappe varieranno in grandezza in base ai giocatori partecipanti) e saranno una buona e fedele ricostruzione di ciò che solitamente avviene in una piccola battaglia cittadina, mettendo molta enfasi sul gioco di squadra e sulla comunicazione. Imparare le mappe, come in ogni gioco simile, sarà assolutamente necessario per poter creare delle strategie funzionanti.

Giocando a Socom: Confrontation però non potrete non notare come il gioco non porti assolutamente nessuna novità rispetto ai vecchi capitoli, ne come non innovi assolutamente il genere dei TPS. Con questo non si vuole assolutamente dire che Socom sia un brutto gioco o che non vada preso in considerazione come titolo da acquistare, solo che non c'è da aspettarsi una vera alternativa a Killzone o Call of Duty.



http://www.coplanet.it/forum/automark/upload_img/SOCOM4.jpg



Sfumature color sabbia


Il comparto tecnico di Socom è di tutto rispetto se contiamo che si parla di un gioco scaricabile dal PSN, ma nulla che faccia gridare al miracolo. Poligonalmente parlando il gioco è fatto molto bene, con personaggi realistici, mappe dettagliate e armi realizzate egregiamente, ma come rovescio della medaglia abbiamo texture che sgranano vistosamente sulla breve distanza ed una certa incertezza nel framerate nelle sezioni più concitate. Le animazioni sono nella media e l'interazione con gli ambienti, tolti alcuni oggetti distruttibili, resta comunque abbastanza ridotta. Nonostante questi problemi, il gioco resta pienamente godibile e d'impatto.

Il comparto sonoro è abbastanza curato, ma piuttosto scarno. Suoni realistici per quanto riguarda le armi e le esplosioni, ma musiche quasi assenti. C'è da dire che, nonostante ci sia poco parlato, il gioco è comunque doppiato totalmente in italiano con un risultato di buona fattura.

I più grandi problemi riguardanti il gioco in questione sono stati fino ad oggi relativi a bug e glitch. Nonostante al sottoscritto non siano capitati problemi di lag come altri hanno constatato, è successo più di una volta che il gioco tornasse improvvisamente alla XMB senza motivo. Nonostante non siano più presenti gli enormi problemi risalenti all'uscita americana, c'è da dire che c'è comunque ancora un discreto margine di miglioramento.

La longevità del gioco è abbastanza alta se si è amanti del genere, se si vogliono scalare le classifiche, se si ama la vita da "Clan" e se si ama il gioco di squadra. Ci sono anche un buon numero di trofei per coloro che non possono prorio farne a meno.



http://www.coplanet.it/forum/automark/upload_img/SOCOM5.jpg



Conclusioni


Socom: Confrontation è un buon gioco che sicuramente soddisferà gli appassionati di lunga data dello sparatutto nato su PS2, ma che potrebbe lasciare interdetti gli altri. In fondo si parla di un titolo venduto a prezzo budget, ma la mancanza di una modalità offline e l'assenza di innovazioni fanno pensare che sicuramente sarebbe stato possibile fare di più.

Viene quasi da pensare che la Sony abbia creato il bundle gioco più headset per ottenere un risultato simile a ciò che la Nintendo ha ottenuto con Wii Play, ma sarebbe forse un giudizio troppo amaro nei confronti di un gioco che può comunque dare una discreta soddisfazione a chi intende giocarci e approfondirlo.



{colsp=2}La pagella

Grafica: 7
| Muoversi per le mappe cittadine mentre si cerca di stanare il nemico fa il suo effetto. Sicuramente per un gioco PSN siamo oltre la media, ma bisogna essere obiettivi e da questo punto di vista sappiamo cosa la PS3 può fare.

Sonoro: 6,5
| Buono per quanto riguarda il feeling da guerriglia urbana, ma solo per quanto riguarda gli effetti sonori delle armi, delle camminate e delle esplosioni. Per il resto il gioco risulta alquanto piatto, colpa anche di una colonna sonora praticamente assente.

Giocabilità: 7
| Socom: Confrontation è un gioco che si lascia giocare e, pad alla mano, non vi ci vorrà molto per apprezzare il titolo. Al contempo, ritroviamo sempre il problema di un gioco che più classico non si può. Tolta la possibilità di esporsi tramite i sensori, il gioco resta uguale alle sue iterazioni su PS2.

Longevità: 7,5
| Come ogni gioco online, la longevità è virtualmente infinita. In base a quanto siate fan del gioco, potreste giocarci per mesi o anni. Se poi siete amanti delle "scalate" e della caccia al trofeo, nel titolo Slant Six Games troverete pane per i vostri denti. Purtroppo manca qualunque componente single player e per "dinosauri giurassici" come il sottoscritto è una mancanza alquanto grande.

Voto finale: 7
| Si corre il rischio di ripetersi recensendo questo gioco, ma purtroppo non c'è molto altro da dire al riguardo: Una bella simulazione di guerra, un ottimo sparatutto in terza persona, un buon motivo per munirsi di auricolare su PS3 (parlando del bundle), ma non c'è nessuna novità di rilievo rispetto ai capitoli di scorsa generazione e nessuna componente offline. Gli amanti della serie o dei giochi "classici" potranno trovare molta soddisfazione nella ricercata tatticità di questo titolo, ma coloro che in questa generazione sono stati ammaliati da Gears of War o Killzone 2 finiranno per desiderare qualcosa di più. Come sempre saranno i gusti a vincere l'incessante guerra contro il vostro portafogli.







http://www.coplanet.it/forum/automark/upload_img/SOCOM6.jpg




Lascia un commento e leggi quelli degli altri utenti (http://www.coplanet.it/forum/topic-ufficiali-dei-giochi-ps3/9898-socom-confrontation.html)