Open source e sicurezza – tutti i bug vengono a galla?

LibreOffice, WordPress, Prestashop, Linux, sono solo alcuni dei più famosi e utilizzati software open source in circolazione. Totalmente liberi da copyright, questo genere di software si basano su un concetto di libertà e condivisione globale favorendo, di fatto, un continuo scambio d’idee e soluzioni innovative.

Il principio della condivisione libera, alla base dei software a sorgente aperta, si estende naturalmente al di là dei soli programmi per computer includendo prodotti quali libri, film, musica e tanto altro. Basti pensare al successo di Wikipedia, un’enciclopedia libera basata sul contributo volontario di migliaia di utenti nel mondo. Bisogna però sempre tenere a mente che la distribuzione libera non deve mai scontrarsi con le norme del diritto d’autore, il quale deve sempre esplicitare l‘intenzione di rendere libera la sua opera attraverso le famose licenze Creative Commons.

Fonte: Needpix

Gli open source offrono numerosi vantaggi rispetto ad altri programmi gratuiti poiché, essendo il codice aperto alla comunità globale, vengono costantemente aggiornati da esperti e appassionati per correggere errori, personalizzare alcune features e migliorare l’efficienza. Inoltre, non possedendo restrizioni sull’utilizzo commerciale, forniscono all’utente la possibilità di modificare il codice sorgente a seconda delle sue esigenze specifiche.

I software open source sono un fenomeno in costante crescita, utilizzati da milioni di utenti nel mondo, con indubbi vantaggi, tanto da spingere il Presidente di Microsoft Brad Smith a ritrattare le precedenti dichiarazioni negative in merito.

Ma, trattandosi di un software spesso totalmente gratuito, come si può essere certi che sia di ottima qualità, rispetto a un software proprietario? Naturalmente dipende anche dal lavoro che si è chiamati a svolgere: ci sono dei settori multimediali dove è meglio non affidarsi ai software open source, spesso vale infatti il detto “ottieni ciò per cui hai pagato”. Nei casi in cui sia necessaria una particolare assistenza, quando servono degli aggiornamenti costanti o ci sono problemi di compatibilità hardware e soprattutto quando ci sono in ballo dei soldi, come per chi gestisce un sito di e-commerce o per chi è un appassionato di giochi da casinò, in tutti questi casi utilizzare dei software proprietari è sempre la soluzione migliore. In generale un software open source presenta numerosi vantaggi, vediamone alcuni.

Qualità ed efficienza

Il software open source viene inizialmente realizzato da esperti volontari il cui unico obiettivo è sviluppare un prodotto altamente efficiente; in seguito, una volta che il codice è stato reso disponibile gratuitamente, la collaborazione tra sviluppatori e appassionati porta a un continuo miglioramento del prodotto, lavorando in sinergia per testare il software, correggere eventuali bugs del codice per ottimizzarne le funzionalità e spingere al massimo l’efficienza, in un’ottica di aggiornamento continuo.

Sicurezza comunitaria

Un software open source, come già detto, viene costantemente analizzato dalla community, sempre attiva a rilevare eventuali errori Nello stesso modo, c’è una costante allerta per scovare falle nella sicurezza, soprattutto per i software più popolari, segnalate prontamente dalla community che poi si adopera per risolverli in tempi brevissimi. Inoltre, essendo redatto da utenti per l’utilizzo da parte di altri utenti, non c’è alcun interesse a includere quei software che possono rivelarsi molesti elementi di marketing (adware ecc.).

Supporto della community

Avere alle spalle una community competente e sempre attiva, significa non solo correggere a tempo di record eventuali bug ma, è particolarmente utile anche perché offre un costante supporto tecnico a tutti gli utilizzatori del software. Rivolgendosi ai diversi forum dedicati, l’utente può richiedere supporto alla community  e spesso sono proprio gli sviluppatori del software a rispondere alle problematiche rilevate. A seconda della diffusione e all’utilizzo che si fa del software, inoltre, spesso basta una veloce navigazione in internet per trovare decine di guide e siti a cui rivolgersi in caso di problemi, come i vari forum di supporto per Linux.

Fonte: Pixnio

Costo inferiore

Sarà banale, ma uno dei vantaggi più evidenti dall’utilizzo di un software open source è proprio il prezzo d’acquisto. Spesso vengono offerti in via totalmente gratuita o, in caso di pagamento, a costo decisamente contenuto. In altri casi le aziende, pur rilasciando gratuitamente il loro software, offrono assistenza e supporto in cambio del pagamento di un canone annuale, cifra comunque inferiore rispetto all’acquisto del corrispondente software proprietario.

Accesso al codice

Infine, un ulteriore vantaggio è dato dalla possibilità per chiunque di accedere al codice sorgente, permettendo a ogni utente esperto di adattarlo alle sue esigenze specifiche.

Scritto da: Gerry "Pintur" Grosso

Nessun commento al momento.

Rispondi

Chi Siamo

CoPlaNet.it è nato con lo scopo di racchiudere una passione che ci unisce e di discuterne insieme, ossia quella dei videogiochi. Naturalmente per permettere che ciò avvenga in maniera “tranquilla” è stato necessario stilare un REGOLAMENTO da seguire. Ricordiamo che il forum di CoPlaNet.it è di libera visualizzazione nella maggiorparte delle sue aree ma necessita di una registrazione gratuita per poter essere attivo e partecipare alle discussioni.

Tweet