Annunciato Metroid Dread

Il primo Metroid in 2D con una nuova storia da 19 anni arriverà quest’anno su Nintendo Switch. Metroid Dread è un seguito diretto di Metroid Fusion, uscito nel 2002, e conclude la saga in cinque parti dedicata al misterioso destino interconnesso della cacciatrice di taglie Samus e dei Metroid, che ha avuto inizio con il primo Metroid per NES. In questo gioco, Samus atterra da sola su un misterioso pianeta alieno e viene braccata da una pericolosa nuova minaccia meccanica, i robot E.M.M.I. Man mano che sbloccano nuove abilità, i giocatori potranno tornare nelle aree che hanno già visitato e scoprire nuovi luoghi e potenziamenti nascosti, in classico stile Metroid.

Metroid Dread arriverà su Nintendo Switch l’8 ottobre. Il gioco è già preordinabile nel Nintendo eShop. Al lancio sarà disponibile anche un’edizione speciale di Metroid Dread che include il gioco su scheda, una custodia SteelBook, un artbook di 190 pagine della serie Metroid 2D e cinque carte con le illustrazioni delle copertine dei cinque giochi della saga. Sempre al lancio sarà inoltre possibile trovare un set composto da due statuette amiibo: Samus con la sua tuta di Metroid Dread e l’E.M.M.I.

Scritto da: Andrea "lordfener91" Dugoni

Laureato in Economia Europea, scrive News per passione e videogioca nei pochi momenti liberi. E’ un grandissimo amante della saga di Star Wars (soprattutto di tutto ciò che riguarda l'Universo Espanso) e si chiede se un giorno riuscirà mai a finire di leggere tutti gli innumerevoli romanzi e fumetti usciti dagli anni ’70 ad oggi. Stalkeratelo sul Twitter: @lordfener91

Nessun commento al momento.

Rispondi

Chi Siamo

CoPlaNet.it è nato con lo scopo di racchiudere una passione che ci unisce e di discuterne insieme, ossia quella dei videogiochi. Naturalmente per permettere che ciò avvenga in maniera “tranquilla” è stato necessario stilare un REGOLAMENTO da seguire. Ricordiamo che il forum di CoPlaNet.it è di libera visualizzazione nella maggiorparte delle sue aree ma necessita di una registrazione gratuita per poter essere attivo e partecipare alle discussioni.

Tweet