The Last of Us Part I – Come Naughty Dog ha ricostruito il gioco per PS5

The Last of Us Part I su PS5 avrà una serie di miglioramenti di gioco e di presentazione che avvicineranno il gioco alla sua versione originale, secondo il co-presidente Neil Druckmann. Potrete scoprire di più in un nuovo video dello sviluppatore Naughty Dog, che mostra i diversi aggiornamenti e miglioramenti del gioco, con il direttore creativo Shaun Escayg e il game director Matthew Gallant.

Come Naughty Dog ha ricostruito The Last of Us Part I

The Last of Us Part I può eseguire Native 4K a un obiettivo di 30fps o un dinamico 4K a un obiettivo di 60fps* e le funzionalità cardine di PS5 come i controller Wireless DualSense con feedback aptico, gli effetti trigger e l’audio 3D**. È chiaro che qui si tratta non solo di un semplice miglioramento della risoluzione e del frame rate, ma di una totale ricostruzione.

Dalla direzione artistica ai modelli dei personaggi, l’intero gioco è stato ricostruito usufrendo di una nuova generazione di capacità grafiche, permettendo al gioco di raggiungere la fedeltà visiva a cui lo studio aspirava durante la progettazione di questa esperienza. L’hardware potente di PS5 comporta una serie di benefici visivi, tra cui una fisica più densa con tantissimi bumpable e chipable (proiettili che possono distruggere il cemento e oggetti ambientali) e gli effetti cinematografici, che ora si fondono alla perfezione con il gameplay. La tecnologia motion matching significa che l’animazione dei personaggi è più fluida, intuitiva, realistica, aggiungendo così un nuovo livello di credibilità ai personaggi e alle loro interazioni con il mondo. Inoltre, gli aggiornamenti dell’IA fanno sì che i personaggi si animino in modo più verosimile e realistico, come i compagni che si muovono al riparo dalla visuale dei PNG in modo più autentico.

Lo scopo di questi miglioramenti è aumentare l’immersione nel gioco, ma non si fermano qui. Naughty Dog ha lavorato con la sua community per integrare alcune richieste dei fan, tra cui una modalità “permadeath”, una modalità focalizzata sullo speedrun e una serie di nuovissimi costumi sbloccabili per Joel ed Ellie. Inoltre, il gioco ha più di 60 opzioni di accessibilità, di gran lunga superiori a quelle offerte con l’ultimo The Last of Us Part II, e include una nuova modalità di audiodescrizione, assicurando che il gioco sia gratificante e inclusivo per tutti.

The Last of Us Part I è in uscita su PlayStation 5 il 2 settembre 2022.

*è necessario un dispositivo con display 4K.

**Audio 3D con casse TV o analoghe / cuffie USB stereo.

Scritto da: Andrea "lordfener91" Dugoni

Laureato in Economia Europea, scrive News e Recensioni per passione e videogioca nei pochi momenti liberi. E’ un grandissimo amante del franchise di Star Wars (soprattutto di tutto ciò che riguarda l'Universo Espanso, Canon o Legends che sia) e si chiede se un giorno riuscirà mai a finire di leggere tutti gli innumerevoli romanzi e fumetti ambientati "tanto tempo fa, in una galassia lontana lontana" usciti dagli anni ’70 ad oggi. Stalkeratelo sul Twitter: @lordfener91

Nessun commento al momento.

Rispondi

Chi Siamo

CoPlaNet.it è nato con lo scopo di racchiudere una passione che ci unisce e di discuterne insieme, ossia quella dei videogiochi. Naturalmente per permettere che ciò avvenga in maniera “tranquilla” è stato necessario stilare un REGOLAMENTO da seguire. Ricordiamo che il forum di CoPlaNet.it è di libera visualizzazione nella maggiorparte delle sue aree ma necessita di una registrazione gratuita per poter essere attivo e partecipare alle discussioni.

Tweet

Annunciata la collaborazione '#Vans - #Nintendo' https://t.co/kSh0S6gSMt #news #nintendowiiu3ds
Ducati - 90th Anniversary ha una data di uscita https://t.co/DjlvXdCJH9 #microsoft360one #news #pcesteam
Mafia III - Playboy e Collector's Edition https://t.co/2sbABjJI16 #microsoft360one #news #sonyps3ps4vita #mafiaiii