Per alcuni analisti è colpa di Sony se Nintendo non rilascia molti giochi di terze parti

ACE Securities, una società giapponese che si occupa di investimenti e analisi di mercato, ha redatto un documento composto da tre punti in cui cerca di prevedere il discorso che terrà il presidente di Nintendo Satoru Iwata il 30 gennaio durante la Corporate Management Policy Briefing. Secondo questi analisti infatti, la colpa della “debolezza” di Nintendo con le terze parti sarebbe da attribuire alla rivale Sony:

  1. Discussione sui rischi di sviluppo dovuti alle vendite non eccezionali di Wii U e 3DS
  2. Risposta all’impossibilità di pubblicare giochi di terze parti, in quanto SCE (Sony Computer Entertainment) investe pesantemente nei suddetti titoli
  3. Realizzazione di un nuovo modello di business dovuto al sempre più crescente aumento dei costi di sviluppo per le home console.

[easyazon_block add_to_cart=”default” align=”center” asin=”B009AINM4O” cloaking=”default” layout=”left” localization=”default” locale=”IT” nofollow=”default” new_window=”default” tag=”consplannetw-21″]




Scritto da: Andrea "lordfener91" Dugoni

Laureato in Economia Europea, scrive News per passione e videogioca nei pochi momenti liberi. E’ un grandissimo amante della saga di Star Wars (soprattutto di tutto ciò che riguarda l'Universo Espanso) e si chiede se un giorno riuscirà mai a finire di leggere tutti gli innumerevoli romanzi usciti dagli anni ’70 ad oggi. E’ contrario allo SPPOILEEERR di qualsiasi genere… ma solamente se sono gli altri ad anticipargli le notizie. Stalkeratelo sul Twitter: @lordfener91

Nessun commento al momento.

Rispondi

Chi Siamo

CoPlaNet.it è nato con lo scopo di racchiudere una passione che ci unisce e di discuterne insieme, ossia quella dei videogiochi. Naturalmente per permettere che ciò avvenga in maniera “tranquilla” è stato necessario stilare un REGOLAMENTO da seguire. Ricordiamo che il forum di CoPlaNet.it è di libera visualizzazione nella maggiorparte delle sue aree ma necessita di una registrazione gratuita per poter essere attivo e partecipare alle discussioni.

Tweet