Recensioni

9

[RECENSIONE] Death Stranding

Finito Death Stranding ho sentito forte il bisogno di una pausa prima di mettermi a scrivere. A memoria, in dozzine di recensioni e centinaia se non migliaia di videogiochi giocati, non ricordo di aver mai avuto la stessa necessità. In parte c’erano i sentimenti contrastanti causati dal lungo finale, dall’altra

8.5

[RECENSIONE] BORDERLANDS 3

7 anni. 7 anni per questo seguito. Lo shooter looter per eccellenza si fa attendere e salta da una fine generazione all’altra, atterrando con nonchalance in un Settembre non proprio povero di uscite. Ma le cose sono cambiate parecchio in questa generazione e se da una parte le microtransazioni erano

8

[RECENSIONE] Rage 2

Rage 2 è figlio di una collaborazione di studi di sviuppo con curricula di assoluto spessore. Da un lato abbiamo ID Software (specialità sparatutto in prima persona) ad occuparsi del gun play, autori del primo ottimo Rage del 2011. Dall’altro Avalanche Studios (specialità mondi open world sandbox, Mad Max e Just Cause).

6

[RECENSIONE] Jupiter & Mars

– Sai cosa manca nel mondo videoludico moderno? – No, cosa? – Ecologia e delfini. Soprattutto i delfini. Deve essere questo ciò che i programmatori di Jupiter and Mars devono aver pensato nel processo creativo che porta un’idea sullo scaffale dei negozi. Unendo le forze con Sea Legacy e The

7.5

[RECENSIONE] Days Gone

Sony in questa generazione ha dimostrato un certo coraggio nel dare fiducia ai suoi studios e produrre un gran numero di diversi nuovi IP invece di fossilizzarsi unicamente su seguiti. Days Gone è il primo titolo tripla A di Sony Bend da due generazioni a questa parte. Nonostante l’aver dato

7

[RECENSIONE] Fade to Silence

Un pizzico di survival, qualche elemento da GDR, horror in abbondanza e crafting a fare da contorno: Fade to Silence è l’ambizioso progetto di Black Forest Games, filiale tedesca di THQ Nordic. Un mix di ingredienti ludici di (recente) successo per sfornare una pietanza che risultasse originale ed invitante. Spesso tuttavia, come si dice, il troppo storpia: sarà così anche per Fade To Silence?

6.5

[RECENSIONE] Crackdown 3

Devo essere onesto: Non credevo Crackdown 3 sarebbe mai uscito ufficialmente. Dopo l’impressionante presentazione e l’incredibile potere del cloud che il gioco avrebbe dovuto utilizzare, ci sono stati anni di promesse e ritardi che facevano pensare a un’evidente cancellazione. Eppure eccolo qui, presente sulle dashboard Xbox e sul Windows store

8.5

[RECENSIONE] Metro Exodus

Spesso l’espressione utilizzata “non è un gioco per tutti” è un modo un po’ pigro per giustificare determinati tipi di videogiochi. Tuttavia, ci sono fan di certe saghe che lo utilizzano come motivo di orgoglio, un elemento chiave di differenziazione che rende questi giochi un po’ più hardcore e gli

7.5

[RECENSIONE] Degrees of Separation

Il calore ed il freddo Il genere dei Metroidvania non è mai effettivamente a corto di esemplari e nuove idee, con un continuo andirivieni di prodotti che tentano sempre una via del rinnovo non solo estetico ma anche e soprattutto concettuale. Nonostante ciò, è spesso complicato anche solo “distinguere” un

6,5

[RECENSIONE] Jump Force

E’ inutile negarlo, Jump Force è sin dall’annuncio divenuto il “sogno erotico” di ogni mangaka/otaku altresì appassionato anche di videogames. La presenza di un foltissimo roster di eroi provenienti da manga/anime ultra-famosi come Dragon Ball, Naruto, One Piece ecc. aveva solleticato immediatamente il palato di una nutrita fetta di fan

8.5

[RECENSIONE] Ace Combat 7

Ace Combat funge da sorta di spartiacque generazionale. Per coloro cresciuti nell’era della prima e della seconda PlayStation, si parla di una serie rilevante, che ha lasciato una grande impronta nel mondo dei videogochi. Per quelli che hanno cominciato a giocare negli ultimi 10 anni, il nome dice probabilmente poco

7.5

[RECENSIONE] Wandersong

  La voce del cartoncino. Quando ero piccolo e passavo i miei pomeriggi a bruciarmi le cornee su Majora’s Mask, trascorrevo ore e ore a strimpellare con ocarina, trombe, tamburi e chitarra nell’ostinato intento di partorire qualcosa di orecchiabile. Il mio sconvolto cervellino non si capacitava di come un gioco

6

[RECENSIONE] Mana Spark

Nella stesura di questa recensione, ho sofferto non poco. Perchè vi chiederete voi? La risposta è piuttosto semplice: è complice la mia scarsa padronanza con il genere dei rogue-like. Tuttavia, almeno inizialmente, non mi sono lasciato affatto scoraggiare quando, dai piani alti, mi è stata proposta di recensire questa produzione indipendente targata BEHEMUTT (il cui team è composto da solamente due persone) e così, Nintendo Switch alla mano, ho iniziato questa castigante avventura. Il coraggio dimostrato è stato (in parte) ripagato.

Chi Siamo

CoPlaNet.it è nato con lo scopo di racchiudere una passione che ci unisce e di discuterne insieme, ossia quella dei videogiochi. Naturalmente per permettere che ciò avvenga in maniera “tranquilla” è stato necessario stilare un REGOLAMENTO da seguire. Ricordiamo che il forum di CoPlaNet.it è di libera visualizzazione nella maggiorparte delle sue aree ma necessita di una registrazione gratuita per poter essere attivo e partecipare alle discussioni.

Tweet