Ninja Gaiden: Master Collection

Da il il Recensioni, 6 più

[RECENSIONE] Ninja Gaiden: Master Collection

In quest’epoca di collection, remasters e remake nessuno può dirsi sorpreso quando una casa come Koei Tecmo annuncia di voler portare una delle sue serie di punta, almeno da un punto di vista storico, su tutte le console moderne. Tre giochi, un pacchetto, prezzo budget perché non si tratta di Nintendo. Perfetto. Dei tre giochi si è già detto molto e, volendo, questa recensione potrebbe finire qui, con un voto che è la media deitre voti diversi che darei ai giochi singolarmente, ma le cose sono un po’ più complicate di così.

Nonostante questa Master Collection esca dopo il lancio delle console (ormai non più) next gen, i vari Ninja Gaiden funzionano unicamente tramite retrocompatiblità. Fa niente, girano già a 60 fps, possiamo chiudere un’occhio su questa mancanza. Va bene, almeno essendo una collection possiamo avere tutti e tre i capitoli con un singolo launcher su console e… non pare sia il caso, almeno su PS4/5, dove la scelta viene effettuata a livello di launcher e anche i download sono completamente indipendenti.

Inoltre le versioni presenti sono Ninja Gaiden Sigma, Ninja Gaiden Sigma 2 e Ninja Gaiden 3: Razor’s Edge. Nonostante i gusti siano soggettivi, molte persone preferiscono le versioni originali, o Black, nel caso del primo capitolo. Personalmente non è il caso per il sottoscritto, avendo amato le versioni Sigma dei primi due capitoli, ma sarebbe stato bello avere magari un mix di opzioni in grado di poter modificare alcune delle scelte, vedasi il sangue in Sigma 2, o avere una sorta di mix delle versioni. Detto questo, come hanno resistito i vari capitoli al passaggio del tempo? Bene, benissimo, se parliamo delle creature di Itagaki.

Ninja Gaiden è una serie di action games relativamente simile a Devil May Cry e Bayonetta, dove la conoscenza delle combo e il tempismo della vostra difesa e delle schivate non sono importanti ma essenziali. Successori spirituali di giochi dell’epoca NES, mettono in imbarazzo tutti coloro che si lamentano della difficoltà di Dark Souls e co. Come molti giochi dell’epoca (e della regione) storia e dialoghi ridicoli sono solo un contorno a una portata principale fatta di decine di nemici, dismembramenti e violenza acrobatica. Pura perfezione.

Il primo capitolo, a quasi 20 anni dall’uscita, mostra pochi segni di invecchiamento. Certo, graficamente è datato, ma più per texture ed effetti visivi che per modelli poligonali e animazioni. Il sistema di combattimento è ancora oggi in grado di dare lezioni a molti action moderni. Unica vera pecca, oggi come ieri, è una telecamera che troppo spesso si mette d’intralcio, soprattutto in situazioni con vari nemici a schermo o nelle, per fortuna poche, sezioni platform. Per il resto è ancora il grand titolo che era al lancio nel 2004.

Ninja Gaiden Sigma 2, il mio preferito, migliora il primo capitolo in tutto. Più mosse, più azione, più armi, più magie, più violenza, nemici più grossi e assurdi. La versione Sigma tara la difficoltà rendendola una curva al posto di una salita ripidissima dopo un solo livello e aggiunge diverse modalità e personaggi giocabili. Riprendendolo dopo diversi anni, le emozioni sono le stesse di allora e non c’è assolutamente nulla da cambiare.

Il terzo capitolo è… sinceramente pessimo e la mancanza della mano di Itagaki si sente. Non avendo mai toccato la versione Razor’s Edge in passato, è stata la prima della collection che ho provato e l’esperienza è stata traumatica. Il tono serio, il design dei livelli e i combattimenti in generale sono terribili. Corridoi monotoni, ondate su ondate di nemici tostissimi che sembrano non finire mai per ricongiungersi ad altri corridoi. Mancanza di oggetti curativi e una barra dell’energia che si accorcia ogni volta che morirete chiudono un cerchio perfetto su un gioco che è meglio dimenticare, pensando che la saga si concluda con il secondo capitolo.

Questa collection vale unicamente per i primi due capitoli? Sì, assolutamente Ninja Gaiden Sigma 1 e 2 sono ancora degli action fantastici e unici che vale la pena giocare, ma questa collection di per se è deludente. Un remaster con nessun upgrade visivo ad eccezione della risoluzione. Niente 120 fps per next gen, niente versioni base o alternative come Black. Chiamarla Master Collection è quasi offensivo. E’ bene precisare che nulla di ciò era stato promesso e che l’unica delusione viene dal paragonarlo ad altri remaster recenti. Se questo è il prezzo da pagare per avere il Team Ninja nuovamente a lavoro su un seguito/reboot, ben venga.

 

Recensione a cura si Sacha “Omeganex999” Morgese

Il Buono

  • Ninja Gaiden Sigma 1 e 2 sono invecchiati benissimo
  • 3 giochi a prezzo tutto sommato ragionevole...

Il Cattivo

  • ...anche se 2 sarebbero stati meglio. Ninja Gaiden 3 è terribile
  • Remaster di poco impegno
  • Solo versioni sigma di 1 e 2
7.5

Scritto da: Gerry "Pintur" Grosso

Nessun commento al momento.

Rispondi

Chi Siamo

CoPlaNet.it è nato con lo scopo di racchiudere una passione che ci unisce e di discuterne insieme, ossia quella dei videogiochi. Naturalmente per permettere che ciò avvenga in maniera “tranquilla” è stato necessario stilare un REGOLAMENTO da seguire. Ricordiamo che il forum di CoPlaNet.it è di libera visualizzazione nella maggiorparte delle sue aree ma necessita di una registrazione gratuita per poter essere attivo e partecipare alle discussioni.

Tweet