I nemici di Super Mario che hanno fatto la storia

Non c’è soltanto l’iconico Bowser a insidiare l’idraulico più famoso di sempre

Rendere omaggio agli eroi tessendone le lodi oggi è talmente scontato da risultare quasi banale. Questa cosa è ancor più vera quando gli eroi sono quelli che popolano i più bei film presenti al cinema e soprattutto i migliori videogiochi che ci fanno compagnia durante il tempo libero. Proprio per evitare di essere banali, ecco che per una volta si proverà, all’interno di questo articolo, a esaltare i nemici, ossia gli anti-eroi per cui di solito difficilmente si fa il tifo, a meno che non siano quelli delle avventure di Super Mario. In questo caso si può e si deve fare un’eccezione! Il loro essere così ben caratterizzati da risultare addirittura simpatici ha permesso all’idraulico nato da un’idea di Shigeru Miyamoto di fare tantissima strada in 40 anni di vita. Insomma: senza di loro probabilmente Mario non sarebbe mai diventato così super da divenire nel 2022 protagonista di un film a lui dedicato. Dunque trovare il tempo per parlare di Shy Guy, Koopa Troopa, Boo, Goomba, Bowser e altri ancora è il minimo.

Old but gold

Sono passati più di 30 anni dall’uscita di Super Mario Bros 1 e 2, eppure sono proprio questi titoli ad averci regalato i “nemici più amati” che ancora oggi ricordiamo ben volentieri. Uno di questi è senza dubbio Shy Guy, il timido avversario che vive nel regno dei sogni di Subcon indossando una maschera per non farsi vedere in volto, oppure Koopa Troopa, la tartaruga con le ali o senza le ali (a seconda dei casi) che il 13 settembre 1985 decise di ostacolare un giovanissimo Mario disposto a tutto pur di salvare la principessa Peace. Il fantasma Boo, che insegue chiunque a patto che gli si dia le spalle, arrivò invece qualche tempo dopo (e una console dopo), in occasione dell’uscita di Super Mario World per SNES. Questo capolavoro rinnovò l’universo dei nemici, ad esempio con l’aggiunta di Tartosso, la tartaruga scheletro le cui movenze ricordano da vicino quelle del suo predecessore Koopa Troopa. Gli amanti dei classici di sicuro preferiranno uno come Goomba, in assoluto il primo avversario di Mario che ritroverà anche nei sotterranei dei castelli. E poi non poteva certo mancare lui: Bowser. Questo boss finale di quasi tutti i capolavori che hanno per protagonista l’idraulico più famoso dei videogiochi è un po’ un caso a sé stante, poiché fa parte della speciale categoria dei cosiddetti “nemici-amici”. In Super Mario RPG, gioco di ruolo a turni per SNES del 1996 dove la strategia era tutto, così come lo è oggi in Fortnite, nel poker e nei principali passatempi di nuova generazione, quello che è anche conosciuto come il Re dei Koopa per la prima volta in assoluto aiuterà il nostro eroe a recuperare le 7 stelle necessarie per sconfiggere la spada gigante Smithy e ripristinare così la Star Road. Questa cosa rappresenta sicuramente un’eccezione, perché non va dimenticato che non c’è occasione in cui Bowser non sfidi Mario, per esempio in Super Mario Kart, uno dei videogiochi più belli di sempre assieme a un evergreen come Street Fighter, picchiaduro che nel tempo ha provato in tutti i modi a insidiare Mortal Kombat in parte riuscendoci. A non essere insidiato minimamente è senza dubbio il nostro eroe che ha dovuto vedersela anche contro Bob-Omb. Questa bomba finché non raggiunge il suo obiettivo non ne vuole sapere di esplodere. Curiosità: Bob-Omb fa parte della speciale categoria dei “nemici-oggetti”, visto che è stato trasformato anche in un oggetto che il player può utilizzare per svelare passaggi segreti.

Ci sono anche loro!

Tra i nemici di Mario ci sono anche loro: la palla d’acciaio Chain Chomp, le carnivore Piante Piranha e il clone di Shy Guy Snifit. Quest’ultimo è apparso per la prima volta in Super Mario Bros 2 ed è subito risultato pericolosissimo, poiché dalla sua maschera è in grado, a intervalli regolari, di sparare proiettili che si rivelano letali per chiunque, anche per l’idraulico più famoso dei videogiochi. Da non sottovalutare infine il blocco di pietra rettangolare Twomp, che al minimo movimento si lascia cadere nel vuoto.

Scritto da: CoPlaNet.it Editor

Nessun commento al momento.

Rispondi

Chi Siamo

CoPlaNet.it è nato con lo scopo di racchiudere una passione che ci unisce e di discuterne insieme, ossia quella dei videogiochi. Naturalmente per permettere che ciò avvenga in maniera “tranquilla” è stato necessario stilare un REGOLAMENTO da seguire. Ricordiamo che il forum di CoPlaNet.it è di libera visualizzazione nella maggiorparte delle sue aree ma necessita di una registrazione gratuita per poter essere attivo e partecipare alle discussioni.

Tweet